Apre anche in Toscana, a Prato, il Punto Luce di Save the children, grazie al sostegno di AC Fiorentina e la collaborazione col Comune di Prato.

Save the children, l’organizzazione internazionale che lotta per la vita di bambini e adolescenti dal 1919, apre il suo primo Punto Luce in Toscana, a Prato: uno spazio di 700 metri quadrati nel Macrolotto Zero, in via Mameli 1-3, dedicato ad attività motorie e sportive, laboratori creativi, teatro, musica, accompagnamento allo studio, invito alla lettura, educazione all’uso responsabile dei nuovi media, in modo totalmente gratuito.

Lo spazio è stato inaugurato alla presenza del Sindaco, di una delegazione della società e dei calciatori della ACF Fiorentina; il Macrolotto Zero è una zona con pochi spazi dedicati a infanzia e adolescenza, ed oggetto di riqualificazione urbana: il Punto Luce offre a bambini e adolescenti, a partire da quelli più vulnerabili e a rischio di dispersione scolastica, un luogo dove sperimentare i propri talenti e scoprire le proprie attitudini.

“Ogni bambino deve avere l’opportunità di poter crescere e inseguire i propri sogni e le proprie passioni. Questa è la nostra missione e cerchiamo di realizzarla sempre, in Italia e nel mondo – spiega Raffaella Milano, direttrice dei Programmi Europa per Save the children – Abbiamo creduto molto in questo nuovo progetto e siamo particolarmente orgogliosi di averlo potuto realizzare grazie a un partner come la Fiorentina, che da molti anni è al nostro fianco e ci sostiene attivamente nei nostri progetti e nelle nostre campagne. Come noi, ha sempre creduto nell’importanza di garantire a tutti i bambini i propri diritti e dare loro un futuro e questa nuova iniziativa che inauguriamo oggi è la conferma di un impegno importante”.

Il Punto Luce è stato realizzato, così come altri Punti Luce in Italia, grazie anche alla collaborazione con Ikea, che supporta da anni Save the children negli arredamenti degli spazi: dopo il taglio del nastro, i calciatori e le calciatrici della ACF Fiorentina, Federico Chiesa, Vitor Hugo, Marco Benassi, German Pezzella, Tatiana Bonetti e Stefanie Ohrstrom, capitanati dal sindaco di Prato Matteo Biffoni per l’occasione, hanno giocato una partita simbolica con i bambini del Punto Luce.

Il Punto Luce sarà aperto il pomeriggio dal lunedì al venerdì, le attività saranno realizzate con l’Associazione Futuro Domani, e saranno dedicate a bambini e ragazzi fra i 6 e i 16 anni e le loro famiglie.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.