Diretta da Jonathan Webb, la Camerata Strumentale della città di Prato si esibirà giovedì 21 Marzo alle 21 al Politeama Pratese, eseguendo brani di Kurt Weill, Hindemith e Prokof’ev.

L’Overture su temi ebraici op.34 di Prokof’ev, Der Schwanderher di Hindemith e la Mahagonny Songspiel di Kurt Weill: questo è il programma del sesto concerto della Camerata Strumentale della città di Prato, che si esibirà insieme al Coro di voci bianche della scuola di musica Giuseppe Verdi.

Mahagonny in antitesi alla linea conduttrice della Camerata per la costruzione di una città e un mondo armoniosi: la composizione di Kurt Weill, accompagnata dal genio di Bertold Brecht, parla di una città che si immola al dio denaro e alla corruzione e iene condotta da Webb nella versione originale di Songspiel. La produzione vede in scena anche i giovani cantanti premiati al Concorso Lirico Belli di Spoleto e, durante la serata, sarà presentato anche il piccolo cantiere musicale di Wir bauen eine Stadt (Costruiamo una città) di Paul Hindemith eseguito dai ragazzi della Prato Sinfonietta e i bambini del Coro voci bianche della Verdi.

Da una parte, quindi, una città costruita dai bambini e dall’altra quella distrutta dall’auto annientamento: nella prima parte del cartellone si esibirà Iakov Zats alla viola, già conosciuto in città grazie alla sua esicuzione di Lacrimae di Britten.

Alle 18,45 il Politeama ospiterà un incontro introduttivo con il direttore artistico Alberto Batisti, a ingresso libero.

Prezzi dei biglietti
Platea intero 25€ / ridotto* 20€
Galleria intero 15€ / ridotto* 10€
Under 30 10€
Under 18 5€
Le riduzioni sono contemplate per gli iscritti a Rete Toscana Classica e all’Università del tempo libero.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.