Due serate dedicate al cinema nostrano al Terminale, la casa del cinema di Prato, lunedì 13 e giovedì 16, con gli omaggi a Francesco Nuti e Roberto Benigni.

Doppio appuntamento per due icone del cinema pratese: la serata dedicata ai vent’anni dall’Oscar per La vita è bella di Roberto Benigni e l’ultima delle 18 serate dedicate al cinema di Francesco Nuti.

Lunedì 13 alle 21,15 il Terminale proietterà La vita è bella, pellicola che valse a Benigni per tre statuette su sette nomination agli Oscar e l’ingresso nella storia con la scalata verso il palco più bella che si ricordi, chiamato da Sophia Loren a ritirare il premio. La serata sarà introdotta da Amerigo Fontani, attore del film.

Giovedì 16 Maggio, il giorno prima del suo sessantaquattresimo compleanno, sarà dedicato a Francesco Nuti: alle 21,15 il Terminale proietterà Sant’Analfabeta, episodio della serie Sogni e bisogni del 1985, diretta da Sergio Citti. Si tratta di una vera e propria rarità, e non solo perchè Nuti accettò di essere diretto da un’altro regista per l’occasione: Nuti interpreta un personaggio insolito per il suo repertorio, un frate francescano che gira per il paese cercando di fare miracoli, ma non riuscendoci molto bene.

Le due serate, a ingresso libero, saranno condotte dal giornalista Federico Berti.

Immagine tratta dal sito di Cinecittà.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.