Roberto Cecchetti, analista filosofo, presenterà Il ritmo del desiderio, il suo nuovo libro edito da Mimesis Edizioni, presso il Polo Psicodinamiche di Prato oggi, Giovedì 17 Ottobre, alle 21.

Il ritmo del desiderio. Da Jung alle pratiche filosofiche esplora il desiderio come linea di congiunzione fra soggetto e oggetto, trasformandolo il tramite per la realtà.

“L’uomo, in quanto essere parlante e capace di immaginare altrimenti, si costituisce nel movimento dialettico del proprio desiderare creativo e spontaneamente inconscio – si legge nel comunicato – A partire da Jung e dalle pratiche filosofiche, questo libro scava intorno alle cose ultime, quelle che sembrano essere il luogo d’origine delle leggi della psiche, che regolano il rapporto fra soggetto e oggetto. La pietra filosofale, obiettivo di ricerca nell’alchimia, rappresenta qui in tal senso la ricomposizione di quegli indizi che, come membra sparse di un’unità originaria, rivelano i punti di congiunzione fra l’uomo e la realtà, fra mondo interno e mondo esterno. E dalla meraviglia che suscita l’incontro di questi due poli scaturisce il momento d’inizio del filosofare.

Come raggiungere e gestire questa energia originaria che sotto la forma del desiderio risiede nell’ombra dell’inconscio? In queste pagine si cerca una risposta, seguendo la viva esperienza biografica, tra l’orizzonte filosofico e quello psicoanalitico.”

Roberto Cecchetti è diventato un analista filosofo dopo l’incontro con Romano Màdera, filosofo e psicanalista junghiano, professore emerito alla Università Milano-Bicocca, fondatore della Scuola Superiore di Pratiche Filosofiche “Philo” di Milano (SABOF). Alla laurea in filosofia ha aggiunto presto anche la laurea in psicologia. 

L’evento, a ingresso libero fino a esaurimento posti, sarà accompagnato da un calice di vino offerto ai presenti. Per essere certi di poter partecipare prenotatevi cliccando qui.

Immagine tratta dall’evento Facebook.

Articolo PrecedenteCulture contro la paura con l’Orchestra Multietnica di Arezzo
Prossimo Articolo“Luceverde”: l’app sulla mobilità a Prato