acquerino
fotografia di gabriele rosati

Si chiama “Giro dei 5 rifugi” l’applicazione realizzata dalla Riserva Acquerino Cantagallo che sarà presentata sabato 22 e domenica 23 maggio (sarà disponibile dalla settimana successiva sui canali della riserva).

L’applicazione è nata da una duplice volontà, quella di unire in un unico itinerario i rifugi del Comune di Cantagallo (Rifugio Pacini, Cascina di Spedaletto, Cascina Vespaio, Cascina Le Barbe e Cascina Le Cave) e quella di studiare un percorso “che fosse il più completo possibile e che toccasse i principali punti di interesse della Riserva”, si legge sul sito della Riserva.

Il risultato, spiegano dalla Riserva, “È un percorso privo di difficoltà, che si addice sia ai camminatori, con il loro passo lento e contemplativo, sia ai trailer che vogliono fare un allenamento “sostanzioso” all’interno di una cornice naturale di rara bellezza”. Il percorso è lungo 30 chilometri e potrà essere seguito attraverso l’applicazione sia in modalità Gps che in modalità offline, per ovviare ai vuoti nella copertura della rete.

“Tra le varie voci inserite nell’app – si legge ancora sul sito della Riserva – è presente una sezione dedicata a tutti gli esercizi commerciali, rifugi, ristoranti, agriturismi, B&B presenti nei 3 comuni della Val Bisenzio al fine di incentivare la fruizione e favorirne l’utilizzo. All’interno saranno indicati i numeri di emergenza e sicurezza, nonché la possibilità di richiedere una guida per essere accompagnati nel giro ed ogni ulteriore spiegazione utile in caso si voglia proseguire in autonomia”.

Il percorso del “Giro dei 5 rifugi” via Riserva Acquerino Cantagallo

Per altre informazioni contattare la Riserva qui.

Articolo PrecedenteI match di improvvisazione teatrale tornano a Officina Giovani
Prossimo ArticoloPaolo Benvegnù in concerto nel chiostro di San Domenico