Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Massimo Sestini al Centro Pecci

Maggio 8 @ 21:00

Massimo Sestini è un grande fotogiornalista italiano, vincitore tra le altre cose di un World Press Photo nel 2015, e mercoledì 8 maggio sarà al Centro Pecci per raccontare quarant’anni di carriera, di scoop e di fotografie che hanno fatto più volte il giro del mondo, finendo su tutti i giornali e le televisioni. Ingresso libero.

Nato a Prato nel 1963, Sestini ha cominciato negli anni ’80 con i primi scoop: “Carlo d’Inghilterra fotografato a Recanati mentre dipinge un acquerello, Licio Gelli ripreso a Ginevra mentre è portato in carcere appena costituitosi dopo la fuga in Argentina, l’attentato al Rapido 904 nella galleria di San Benedetto Val di Sambro – si legge nella presentazione – con cui ottiene la sua prima copertina sul settimanale tedesco Stern. Da quel momento, Sestini, oltre a mantenere una costante attenzione per la cronaca, fondando l’agenzia che porta il suo nome e allevando numerosi fotoreporter, si dedica ai grandi avvenimenti d’attualità. Sarà così testimone della tragedia della Moby Prince e autore delle foto dall’alto degli attentati a Falcone e a Borsellino. Le foto aeree diventano una sua costante, premessa a quelle zenitali più recenti. Nel 2012 s’immerge con i sommozzatori della Marina Militare dentro la “Concordia” appena affondata. Nel 2014 è a bordo della “Fregata Bergamini”, testimone delle operazioni di salvataggio “Mare Nostrum”, a largo delle coste libiche. Dopo dodici giorni di tempesta, riesce a riprendere dall’elicottero un barcone di migranti tratto in salvo: la foto vince il prestigioso World Press Photo nel 2015. Da questo Premio parte la sua ricerca con il progetto “Where Are You” nel corso del quinquennio successivo rintraccerà e fotograferà (dall’alto e perpendicolarmente esattamente come la foto del barcone) una decina dei migranti che erano su quella barca, ritratti nella loro vita definitiva, in giro per l’Europa, realizzando un documentario con National Geographic e trasmesso in tutto il mondo”.

L’incontro è organizzato in collaborazione con l’assocazione culturale “Il primo terzo”, attiva da dieci anni nella divulgazione fotografica.

«Avere l’occasione di confrontarci con un grande fotografo come Massimo Sestini ci riempie di orgoglio – spiega Luca Branchetti, presidente dell’associazione Il Primo Terzo – Vogliamo condividere con tutta la città di Prato e con chiunque voglia partecipare questo momento perché crediamo fortemente che l’arte debba essere condivisa. L’esperienza che Massimo Sestini sarà capace di portare sul palco sarà sicuramente illuminante. Oggi più che mai, in uno scenario globale dove siamo bombardati continuamente da qualsiasi tipo di immagine, perdendo così la preparazione e la conoscenza della materia fotografata, c’è bisogno di ristabilire dei punti fissi, di tracciare delle strade da seguire. Massimo Sestini, con la sua carriera e le sue opere, sono sicuro ci aiuterà in questa difficile sfida».

Gratuito

Centro Pecci

0574 5317

Visualizza il sito dell'Organizzatore

Centro Pecci

Viale della Repubblica 277
Prato, 59100 Italia