Prato: prorogata a Palazzo Pretorio la mostra “Legati da una Cintola”

L'esposizione, con oltre 10 mila visite già all'attivo, sarà visitabile per un mese in più oltre alla chiusura prevista.

0
Condividi
Palazzo Pretorio Legati da una Cintola
Foto Ivan D'Alì

Sarà prorogata fino al 25 febbraio 2018 la mostra “Legati da una Cintola. L’assunta di Bernardo Daddi e l’eredità di una città” allestita a Palazzo Pretorio. Oltre un mese in più di tempo per visitare la mostra che ha riscosso buon successo di pubblico, oltre 10 mila visitatori dall’apertura in settembre. Molta partecipazione anche da parte delle scuole del territorio, con 65 classi in visita e altre già prenotate.

La mostra permette di “addentrarsi in un racconto suggestivo che si muove lungo i secoli e rende omaggio non solo alla Cintola mariana, la preziosa reliquia custodita nel Duomo di Prato e motore dello sviluppo della città a partire dal XIII secolo, ma accende un fascio di luce intenso sull’arte del Trecento che a Prato, con le committenze ad artisti di primo ordine come lo scultore Giovanni Pisano e il pittore Bernardo Daddi, dette risonanza alla devozione mariana come un vero e proprio culto civico” si legge nel comunicato stampa.

La leggenda infatti narra che la cintura, che la Madonna consegnò a San Tommaso al momento dell’Assunzione, sia stata portata in città nel 1114 dal mercante Michele che la donò al proposto della pieve. Da allora la reliquia è diventata simbolo di Prato e motivo di di identita e aggregazione per i pratesi.

La mostra ricostruisce l’iconografia della Madonna che fa dono a Tommaso della sua cintura attraverso oltre 60 opere fra dipinti, sculture e codici miniati. Opera portante dell’esposizione icostruzione della pala dell’Assunta di Bernardo Daddi (1337-38), smembrata nel tempo e oggi ricostruita eccezionalmente grazie ai prestiti dei Musei Vaticani e del Met di New York.

Anche il Duomo di Prato è parte integrante del percorso di visita, i visitatori possono infatti entrare nella Cappella della Cintola, abitualmente preclusa alla visita, e ammirare il ciclo di affreschi realizzati da Agnolo Gaddi.

Organizzata dal Comune di Prato in collaborazione con la Diocesi di Prato e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio, la mostra è aperta tutti i giorni, dalle 10.30 alle 18.30 (eccetto il martedì non festivo).

Il biglietto di ingresso costa 8 euro e consente la visita anche nella Cappella della Cintola nel Duomo di Prato (per l’ingresso alla Cappella è consigliato prenotare – solo dopo aver acquistato il biglietto della mostra – l’orario di visita al call center 0574 1934996).

Il biglietto cumulativo mostra + museo costa 12 euro intero. www.palazzopretorio.prato.it.