Prato: la psichedelia dei Mother Island al Camelot 3.0

La band vicentina dei Mother Island arriva al Camelot 3.0 con la sua carica di psichedelia anni Sessanta.

0
mother island

I Mother Island, sestetto vicentino composto da musicisti provenienti progetti diversi, arrivano al Camelot 3.0 di via Santo Stefano venerdì 12 gennaio alle 22.

I Mother Island sono l’unione di membri di The Secret, Whales and Aurora, Oslow , CSCH, Godless Crusade e Vertical: suonano come un miraggio nel deserto, con influenze del rock anni ’60 e di qualche pasticca colorata.

Ogni musicista porta le sue influenze alla band, e non è colpa di nessuno se le loro influenze sono rosafanti volanti e chiazze di colore animato. Il loro primo album, Cosmic Pyre, è del 2015 ed è uscito per la Go Down Records; a dicembre dello stesso anno iniziano la registrazione di Wet Moon, che uscirà ad ottobre 2016.

La serata è a cura di Autonomia Musicale, rassegna organizzata dal Camelot 3.0 e Millessei Dischi.

Ingresso libero.

Immagine tratta dalla pagina Facebook dei Mother Island.