paesaggio
Veduta di Carmignano – Foto: Isabella Santoro

“Chi beve solo acqua ha un segreto da nascondere”. Così scriveva Charles Baudelaire tra spleen e idéal. Da buon francese, esperto -passi l’eufemismo- di vini e di poesia, ma anche di paradisi artificiali. Lontano dallo snobismo della Francia e dei francesi abbiamo tuttavia anche a Prato le nostre carte (dei vini) da giocare.

Fuor di metafora, per chi non fosse ancora andato in vacanza o per chi invece non fosse turbato dal dubbio amletico tra should I stay e should I go?, il prossimo fine settimana vi consigliamo di fare un salto, o anche tre, alla Rocca di Carmignano.

Calici di stelle infatti quest’anno vale triplo. L’evento organizzato dalla Pro Loco non coinciderà soltanto con la notte di San Lorenzo, ma durerà per una tre giorni dal 9 all’11 agosto nei giardini della Rocca carmignanese, che saranno aperti per tutte le sere dalle ore 20 in poi.

Ovviamente il Doc e il Docg di Carmignano e dintorni faranno la parte del leone. Ma chi pensa che l’evento sia solo per winelovers o neofiti del vino si sbaglia di grosso. Chi desidera fuggire dallo smog della città o chi viaggia con famiglia al seguito troverà la soluzione al proprio problema: l’evento offre infatti oltre alle degustazioni di vino e agli assaggi di prodotti tipici, acquistabili con il coupon a grappolo presso gli stand allestiti dai produttori locali, laboratori per bambini, osservazioni della volta celeste a cura del museo di scienze planetarie di Prato e buona musica.

Nelle tre serate si alterneranno cinque band emergenti che spazieranno dal rock e alternative rock, al jazz e swing fino alla musica anni ’60 ’70 e ’80. Sulla vetta della collina che domina tutta la pianura tra Firenze, Prato e Pistoia, saranno inoltre visibili due mostre. “Inconsci diaframmi” a cura di Salvatore e Linda Berna Nasca è incentrata sull’idea di come padre e figlia riescano ad andare d’accordo attraverso l’arte, mostrando ognuno la propria concezione di Carmignano, come i due lati di un diaframma aperto. Sul versante fotografia, il fotografo dublinese Darragh Hehir proporrà invece una sua particolare visione di Prato, la città degli stracci, attraverso la lente della sua macchina fotografica nella mostra “Prato in dub” (ovvero uno sguardo diverso su Prato).

Un consiglio per chi viene per la prima volta: portarsi qualcosa per coprirsi in caso di vento e una coperta per sdraiarsi sul prato a vedere le stelle.  La Rocca di Carmignano è raggiungibile a piedi oppure con il servizio gratuito del bus navetta dal centro del paese.

Programma musicale. Venerdì 9 agosto: alle 21 Wolverine (Jazz), alle 22 NUUR (Alternative Rock), alle 23 La Banda Larga (Rock) Sabato 10 agosto: alle 22,30 Cari Fottutissimi Amici (musica anni ’60,’70,’80). Domenica 11 agosto: alle 21 Scarfoglia (Swing)

Tutte le info su Carmignanodivino

Valentina Cirri

Un commento

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.