A noi che l’abbiamo provata come cittadini qualunque, l’applicazione di Asm sembra fare più o meno tutto quello che deve fare. Però secondo noi manca di una cosa fondamentale. Un vero servizio per i cittadini, soprattutto quelli smemorati.

Dopo averla scaricata dallo store di Google, l’applicazione chiede l’abilitazione del Gps del vostro smartphone, se non l’avete inserito di default, e quindi si ha accesso alla schermata iniziale.
Screenshot_2014-01-29-17-08-22-1

La schermata iniziale raccoglie tutti i servizi della app:

  • Servizio porta a porta. Dove secondo l’indirizzo inserito compare l’elenco dei prodotti raccolti durante la settimana e viene selezionato il giorno corrente e il relativo rifiuto. Due link in basso fanno accedere alle info per la raccolta differenziata durante le feste e all’elenco degli asm point più vicino.
  • Posizione cassonetti. Utile la sezione cassonetti, che indica tipologia, distanza e indirizzo dei cassonetti più vicini alla tua abitazione.
  • Centri di raccolta. Stesso discorso dei cassonetti. Vengono indicati i centri di raccolti più vicini alla tua abitazione.
  • Ritiro Ingombranti. C’è tutto quello che serve su la raccolta delle potature e dei rifiuti ingombranti.
  • Rifiutario. Serve a trovare il posto giusto per un rifiuto che non sai dove mettere, se nell’indifferenziato, nell’umido o tra la carta. Si inserisce il nome del rifiuto che non sappiamo in quale sacchetto mettere e l’app ti dice dove metterlo.
  • Segnalazioni! Scrivi ad asm, manda una foto.
  • News e comunicati. Elenco di tutti comunicati prodotti dall’azienda.
  • Calendario spazzamento strade. Abbiamo tenuto per ultima la sezione sullo spazzamento delle strade perché merita secondo noi un discorso un po’ più approfondito.

Lo spazzamento delle strade e i divieti di sosta temporanei sono la croce di tanti pratesi, dal centro storico alla periferia. Il servizio Gps sembra coprire abbastanza bene tutte le esigenze degli automobilisti tranne una, secondo noi. E cioè non gli ricorda il giorno in cui c’è lo spazzamento oppure il famoso divieto di sosta temporaneo.

Ora qualcuno potrebbe dire che questa sia una richiesta esagerata.

La domanda è però è questa: “A chi davvero serve  il calendario dello spazzamento  stradale?” Non certo a chi si ricorda perfettamente il giorno in cui la strada di casa oppure quella in cui di solito parcheggia l’auto viene pulita.  Il calendario dello spazzamento dovrebbe infatti servire a chi dello spazzamento non se ne ricorda proprio. E nottetempo si ritrova a scendere in strada ancora in pigiama per spostare l’auto oppure si sveglia la mattina con l’ansia della multa. Oppure a tutti coloro che rischiano di vedersi portar via l’auto causa divieto di sosta temporaneo.

E chi sul proprio smartphone gioca, legge le notizie oppure ha semplicemente applicazioni come Facebook o Twitter sa perfettamente come funziona: notifiche da tutte le parti. E allora perchè non introdurre un sistema di notifiche che ricordi al pratese (o all’abitante di Montespertoli) che quel giorno, proprio nella zona dove abita,  c’è il divieto di sosta in questa e quest’altra via?

Procurerebbe molte meno noie agli smemorati e tanta gratitudine ad Asm.

Aggiornata 10/10/2014

4 Commenti

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.