“Mentre mia madre moriva, io pian piano perdevo, insieme a lei, anche le braccia e le mani che mi sostenevano e mi accompagnavano ovunque” (Simona Atzori). Prendendo spunto dalla presentazione dell’ultimo libro della ballerina ed artista Simona Atzori, una serata per cercare di rispondere, insieme, ad una delle domande più urgenti e preoccupanti per i genitori di persone con disabilità: “Cosa ne sarà di mio figlio dopo di me? Chi lo proteggerà?”

L’incontro – che si svolge all’interno della rassegna “Un Prato di libri – si terrà presso l’Auditorium Camera di Commercio di Prato mercoledì 1 aprile ore 18.00.

La morte di un genitore segna per tutti un momento di passaggio e lascia un senso di vuoto. A maggior ragione nel caso di Simona Atzori, ballerina e pittrice nata senza le braccia. Con Dopo di te, l’autrice ci racconta il dopo la morte di sua madre in un libro emozionato ed emozionante.

Simona Atzori, 40 anni, è nata così, senza le braccia, ma grazie a due genitori pieni di attenzioni e forti come rocce e a un carattere per natura positivo, ha sempre vissuto la sua condizione come la sola possibile. Il suo modo di vivere, che non l’ha mai limitata, ma anzi, l’ha spronata a seguire i suoi sogni, le due arti che più le permettevano di esprimersi. Oltre alla danza e alla pittura, Simona ha scoperto di recente un altro modo di raccontarsi: la scrittura. Dopo il fortunato esordio con “Cosa ti manca per essere felice?” (Mondadori, 2011), lo scorso settembre è tornata infatti in libreria con “Dopo di te”, un ritratto caldo ed emozionato di sua madre e di quello che ha significato perderla, l’anno scorso, per un beffardo e fulmineo tumore.

Un tema intimo e personale, ma che diventa anche dramma universale: perché figli lo siamo tutti e quando un genitore se ne va il “dopo” che segue è una lunga strada da percorrere. Tanto più quando si vive una disabilità, mentale o fisica, come nel caso di Simona.

Ma cosa vuol dire parlare di “dopo di noi”? Con questa espressione si intende quel momento nel quale la rete familiare di supporto e assistenza non sarà più in grado di prendersi cura della persona disabile. Proviamo a pensare a cosa significa avere una persona non autosufficiente senza altri parenti in grado di seguirlo dopo la morte dei genitori; proviamo a pensare anche ai genitori anziani e stanchi che sentono di non farcela più e che si consumano per la preoccupazione sul futuro del proprio figlio; proviamo anche a pensare ai fratelli che, se presenti, non potranno farsi carico di tutti i problemi.

19 Commenti

  1. The Birch of the Shadow

    I believe there may perhaps be a few duplicates, but an exceedingly handy checklist! I’ve tweeted this. Quite a few thanks for sharing!

  2. The Birch of the Shadow

    I believe there may possibly be a number of duplicates, but an exceedingly handy list! I have tweeted this. A lot of thanks for sharing!

  3. The Silent Shard

    This will likely almost certainly be fairly practical for some of your job opportunities I want to don’t only with my blogging site but

  4. The Birch of the Shadow

    I believe there may well become a couple duplicates, but an exceedingly helpful list! I’ve tweeted this. Quite a few thanks for sharing!

  5. The Absent Game

    Between me and my husband we’ve owned a lot more MP3 gamers through the years than I can count, which includes Sansas, iRivers, iPods (common & touch), the Ibiza Rhapsody, etc. But, the last few several years I’ve settled down to one line of players.

  6. The Birch of the Shadow

    I feel there may well be considered a number of duplicates, but an exceedingly useful checklist! I have tweeted this. Many thanks for sharing!

  7. Third Flower

    My wife and i are actually now delighted that Albert could perform his research because of the ideas he had by your website. It is on occasion perplexing to simply always be making a gift of actions which lots of people might have been advertising. So…

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.