Una community geograficamente ben definita dove privati e aziende possono aprire il loro negozio virtuale e mettere in vendita i propri articoli. E’ l’evoluzione di “Comprao”, il progetto del pratese Marco Signorini, nato come gruppo su Facebook dove privati (oltre 20mila iscritti a oggi, ndr.) hanno la possibilità di incontrarsi e vendere oggetti nuovi e usati.

Oggi pomeriggio, domenica 12 aprile alle ore 18, presso l’hotel Datini sarà presentato la sua evoluzione, appunto: l’Ebay “made in Prato” diventa un vero e proprio sito web, all’indirizzo www.comprao.it. “Pensatelo come un grande centro commerciale virtuale – raccontano i promotori – su zona locale: ognuno di voi avrà un proprio negozio, potrete promuovere online a migliaia di persone, concludendo la vendita di persona, dopo aver visionato l’oggetto ed averlo valutato conforme alle proprie aspettative! Insomma, un vero e proprio social market cittadino dove trovare rapidamente ciò che cerchi e venderlo altrettanto velocemente”.

La formula non cambia: il privato entra a far parte della community dove troverà altri utenti provenienti da Prato, Pistoia, Firenze e dintorni. Cerca l’oggetto a cui è interessato, contatta direttamente il venditore, fissano un incontro e concludono l’affare con una bella stretta di mano.

La novità principale riguarda le aziende: sul nuovo sito di Comprao sarà possibile infatti iscriversi come azienda e avere la propria “vetrina” virtuale dove proporre novità, offerte.

In sintesi: promuovere online e vendere di persona.

In questo modo, vengono evitati i pagamenti online tra privati molte volte insicuri, si velocizzano i processi di compravendita sia C2C ( tra privati nel nostro caso) che B2C ( aziende e consumatori), il tutto con estrema sicurezza.

Per chi fosse interessato a saperne di più, tutte le informazioni sul progetto verranno svelate all’hotel Datini alle ore 18.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.