E’ ufficialmente iniziato il San Michele 2015, una festa che ormai non solo per il territorio di Carmignano ma per tutta l’area metropolitana di Prato e Pistoia non ha bisogno di presentazioni. Teatro in strada di Carmignano, questa la definizione di una manifestazione che ogni anno richiama sempre più visitatori e ogni volta riesce ad ammaliare e lasciare senza parole lo “straniero” che assiste per la prima volta allo spettacolo che è il San Michele.

Con la cerimonia inaugurale che si è tenuta ieri sera nella sala consiliare di Carmignano, in p.zza Vittorio Emanuele II, gremita di carmignanesi, il presidente del Comitato, Silvia Borsi, ha aperto l’edizione 2015.

Quello di ieri sera è un appuntamento che si ripete, al centro della serata la presentazione delle sfilate. Ogni Rione, infatti, ha letto alla platea una breve sinossi del tema che sviscererà con la propria performance artistica nei tre giorni di San Michele. Si tratta di brevi stralci, metafore, rimandi che devono rendere chiara l’attinenza alla storia e alla tradizione della cultura carmignanese mantenendo, tuttavia, il mistero su ciò cui assisteremo a settembre.
Un esperto conoscitore della cultura di Carmignano, ieri sera l’arduo compito è stato svolto da Vittorio Cintolesi, ex sindaco di Carmignano e persona di grande cultura, ha giudicato e approvato la congruità delle presentazioni al contesto storico-culturale di Carmignano.

Quindi ecco i titoli dei temi scelti dai Rioni che si sono succeduti al tavolo centrale della sala seguendo l’ordine di classifica dell’edizione 2014. Il Rione Celeste-Rione dell’Arcangelo, vincitore in carica, è stato il primo a svelare le carte.

I Temi dei rioni. Il Rione Celeste-Rione dell’Arcangelo in occasione della Festa di San Michele 2015 presenta ‘Il corpo pieno non crede al digiuno”. “Sogno di Natale” il tema presentato dal Rione Verde-Rione dell’Arte. Per questa edizione il Rione Bianco-Rione della Torre presenta “E le stelle stanno a guardare”. Ultimo a presentare il proprio tema, il Rione Giallo-Rione del Leone. “Castelli in aria” il titolo del tema scelto dal rione del centro del paese.

Il San Michele 2015 si svolgerà quest’anno sabato 26 settembre con un sfilata in notturna, domenica 27 settembre con una sfilata in pomeridiana e martedì 29 settembre, data fissa in quanto celebrativa del Santo Patrono di Carmignano, San Michele Arcangelo, chiuderà l’edizione. Prima della mezzanotte, poi, sarà decretato il Rione vincitore dell’edizione 2015 che si aggiudicherà il trofeo che quest’anno sarà realizzato dall’artista sculture di Bacchereto, Giovanni Bellassai.

Dopo la lettura, si è proceduto all’estrazione dell’ordine con cui sfileranno i quattro rioni. Sarà il Rione Celeste ad aprire il San Michele 2015.
In ordine, infatti, nella serata di sabato 26 settembre scenderanno in strada:
Rione Celeste – Rione dell’Arcangelo
Rione Bianco – Rione della Torre
Rione Verde – Rione dell’Arte
Rione Giallo – Rione del Leone

La sorte ha decretato che nella sfilata in pomeridiana di domenica 27 settembre sarà il Rione verde il primo a sfilare. Questo l’ordine:
Rione Verde – Rione dell’Arte
Rione Celeste – Rione dell’Arcangelo
Rione Bianco – Rione della Torre
Rione Giallo – Rione del Leone

Infine, nella serata di chiusura della festa di Carmignano sarà ancora il Celeste il primo ad animare la piazza, nello specifico:
Rione Celeste – Rione dell’Arcangelo
Rione Verde – Rione dell’Arte
Rione Giallo – Rione del Leone
Rione Bianco – Rione della Torre

Come noto, dopo ogni sfilata, i fantini vestiti dei colori del proprio rione correranno il Palio dei Ciuchi percorrendo in sella all’animale due giri intorno alla piazza di Carmignano.
Questo l’ordine di allineamento alla partenza (lato vasca della piazza):
Sabato 26 settembre: Rione Verde – Rione Giallo – Rione Bianco – Rione Celeste
Domenica 27 settembre: Rione Bianco – Rione Celeste – Rione Giallo – Rione Verde
Martedì 29 settembre: Rione Giallo – Rione Bianco – Rione Celeste – Rione Verde

La serata di ieri è stata anche l’occasione, per i rionali e per la gente di Carmignano, di conoscere i nuovi membri del Comitato Organizzatore. Alcuni sono nomi storici, altri sono nuove leve, leve giovani che hanno ereditato la passione per questa manifestazione con il desiderio di mettersi in gioco e dare il proprio supporto alla parte logistica e operativa, fondamentale per far funzionare l’imponente macchina che il San Michele mette in moto ogni anno.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.