Il Progetto “Vigile in carrozzina”, frutto della sinergia tra portatori di handicap e Polizia Municipale ha preso il via circa tre mesi fa.  Accompagnati dai giovani del servizio Civile in forza alla Polizia municipale di Prato, volontari con disabilità differenti (in carrozzina e non vedenti) si sono mossi in varie zone della nostra città segnalando sia l’ esistenza di barriere architettoniche (per ogni rilievo viene redatta una scheda  trasmessa agli uffici competenti per definitiva risoluzione), sia la presenza di auto e di qualsiasi altro ostacolo che limita o impedisce il loro passaggio (per questo motivo è previsto a seguito un carro attrezzi con un Agente di Polizia Municipale appositamente dedicato).

Nelle uscite effettuate nel centro storico, nella zona di via Strozzi, via Pistoiese e nella zona di Via Reggiana, di Via Viareggio e su Viale Galilei, sono emerse problematiche legate alla mancanza di rampe che permettano di scendere/salire sul marciapiede, anche in presenza di strisce pedonali, arredi urbani posizionati in non conforme che impediscono  talvolta anche il passaggio del normale pedone  (pali della luce, cartelli stradali e pubblicitari, cassette postali, aiuole, dissuasori di sosta) e, naturalmente, veicoli  di persone non aventi diritto parcheggiati sugli spazi riservati ai portatori di handicap.

I numeri: nelle vie del centro storico è stata rilevata la mancanza di 16 rampe nei pressi dei passaggi pedonali, 11 nella zona Pistoiese e via Strozzi e 6 nella zona Via Reggiana e via Viareggio. In qualche caso diventano problematici  anche i  “panettoni di cemento”, che, posti sul marciapiede per impedire il parcheggio selvaggio, impediscono  il transito dei disabili ma anche quello dei passeggini. Alcuni di questi, a pochi giorni dalla segnalazione, sono già stati spostati dagli uffici competenti ed il problema è stato risolto. In questo progetto infatti la Polizia Municipale ha come partner il Servizio Mobilità e Infrastrutture del Comune. Il servizio stradale si è già attivato mettendo in programmazione gli interventi.

Infine i veicoli in sosta abusiva sugli spazi invalidi:  17 veicoli sono stati sanzionati e rimossi.

Sempre nell’ottica di una mobilità ampliata e sostenibile, il progetto “Vigile in carrozzina” prevede anche verifiche e sopralluoghi autonomi effettuati quasi quotidianamente dai volontari. Attualmente i giovani del servizio civile stanno analizzando una per una le fermate LAM. Ad oggi sono state censite e segnalate per le migliorie del caso tutte le 153 fermate della LAM Rossa e 63 delle 98 complessive della LAM azzurra.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.