Da qualche mese a questa parte, via Tintori vive una nuova vita e tutto questo si deve ad un forma di commercio che a Prato è diventata ormai di gran moda: lo spaccio di droga.  Via dei Tintori è la strada che da piazza Lippi, di fianco al Duomo, disegna un arco passando sul retro del Politeama e s’interrompe all’incrocio con la frequentatissima via Garibaldi. Non è una strada di punta per il  commercio: c’è una famosa  gastronomia e una altrettanto famosa libreria per ragazzi (che chiuderà a breve) e poco altro. Il resto sono abitazioni e sui marciapiedi di queste abitazioni si consuma, a tutte le ore del giorno, il traffico più redditizio che ci sia oggi a Prato. Quello dell’eroina e della cocaina.

Un po’ come avveniva fino a qualche tempo fa nella parallela e trafficatissima via Santa Margherita, con un’unica, grande differenza: via dei Tintori è ancor più strategica perché poco frequentata dalle auto e dagli autobus ma al tempo stesso vicinissima alle fermate di Santa Margherita e soprattutto è accessibile direttamente da piazza Mercatale.

I residenti hanno osservato con sgomento crescente il fenomeno e in qualche caso, come questo, hanno deciso di riprendere cosa accade tutti i giorni sotto ai loro occhi. Nel video qui sotto, girato stamattina (12 ottobre 2015), sono stati oscurati i volti ma i gesti dei protagonisti sono inequivocabili: i due uomini che si avvicinano allo spacciatore, la contrattazione, la consegna del denaro cui segue quella delle dosi nascoste in bocca.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.