S’è qualcuno che si sta sforzando di far conoscere Prato fuori dai confini della Provincia, quel qualcuno è la Camera di Commercio con “That’s Prato“, il progetto lanciato la scorsa primavera all’interno del progetto integrato della Regione Toscana per la valorizzazione dell’area pratese con un obiettivo molto semplice: far scoprire a fiorentini e turisti quanto di bello c’è da vedere e scoprire a Prato.

I risultati, dicono i numeri forniti dalla Camera di Commercio, sono incoraggianti: i 18 tour (gratuiti) organizzati finora hanno visto la partecipazione di circa 800 persone. “Domenica il grande numero di prenotazioni ci ha costretto a organizzare due pullman invece di uno, e anche la prossima domenica avremo due pullman, che sono già andati esauriti – spiega infatti Luca Giusti, presidente della Camera di Commercio di Prato – Un risultato del genere è stato possibile grazie alla forte collaborazione tra tutti i soggetti coinvolti. Quello di Prato è in territorio molto interessante per i turisti, ancora autentico e l’interesse verso i tour ce lo dimostra”. Un piccolo, importante successo che viene certificato anche dall’assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo: “That’s Prato si sta rivelando significativo non soltanto per il numero crescente di turisti coinvolti e per i riscontri qualitativi ottenuti, ma anche per le caratteristiche del modello progettuale, fondato sul lavoro di rete tra enti del territorio, sulla sinergia dei soggetti coinvolti e sul rilancio complessivo dell’immagine di Prato e dintorni come meta turistica.”

Per questo sono stati appena varati altri sette itinerari,  dal 1 novembre al 13 dicembre. Eccoli in dettaglio.

 

La via del vino – 1 novembre
Un percorso alla scoperta della DOCG più piccola d’Italia, quella di Carmignano. Un’eccellenza già conosciuta e venduta nel mondo nel medioevo, grazie all’ingegno del mercante pratese Francesco Datini. Tour: Pratovisita alla Casa Museo di Francesco Datini/ CarmignanoMuseo della vite e del vino/ Artimino  – Degustazione di vino in cantina.

La via della castagna – 8 novembre
Un alimento antico, alla base della dieta della contadina delle campagne pratesi. La festa della castagna è un’occasione per assaggiare preparazioni diverse con questo prodotto. Tour: Pratovisita del Castello dell’Imperatore/ Montemurlovisita alla pieve e all’Oratorio della Pievefesta della castagnavisita alla Tenuta del Marchese Pancrazi.

La via dell’olio – 15 novembre
E’ l’oro del territorio, coltivato in tante zone, con caratteristiche e sapori diversi. La visita parte dal centro di Prato e dagli orti del Conservatorio San Niccolò, per poi spostarsi a Vaiano dove si potrà assistere alla lavorazione dell’olio e fare un pranzo tutto a base di questo prodotto. Tour: PratoConservatorio di San Niccolò (5 euro)/ VaianoFrantoio con visita guidata e pranzo a tema (10 euro)visita alla Villa del Mulinacciovisita al laboratorio di biscotti del Forno Steno.

Per ville e castelli alla ricerca delle principesse – 22 novembre
Castelli, ville signorili, famiglie note che nei secoli hanno scelto il territorio di Prato: le principesse non c’erano, ma di famiglie nobiliari ce n’erano molte. La visita farà tappa anche alla festa dell’olio. Tour: Prato e il centro medievale / Montemurlovisita alla RoccaFesta dell’oliovisita in un laboratorio artigianale di pelletteria.

L’arte a tavola nel Rinascimento – 29 novembre
Il cibo e gli usi della tavola raccontati in un percorso artistico d’eccezione, attraverso un viaggio tra suggestivi dipinti, per conoscere il Rinascimento anche fuori dalla culla fiorentina. Tour: Poggio a Caianovilla Medicea e giardino della villa / PratoDuomo e Cappella di Filippo Lippi (3 euro)Basilica di Santa Maria delle Carceri

Quando c’erano gli etruschi – 6 dicembre
In principio furono gli etruschi a scegliere Prato come luogo ideale per i loro insediamenti, come testimoniano le tombe di Artimino. Il 2015 è l’anno degli etruschi: il tour è un’opportunità per entrare in contatto con questa civiltà. Tour: PratoMuseo dell’opera del Duomo e scavi sottostanti (3 euro) / ArtiminoMuseo Archeologico (2 euro) / Carmignanovisita alla Mostra dell’antiquariatovisita alla “Visitazione” del Pontormo.

I mercatini di Natale – 13 dicembre
Un tour tra i mercatini di Natale dell’area pratese, con tanti oggetti artigianali e delizie gastronomiche da acquistare. Il tour inizia con la visita alla mostra di Palazzo Pretorio “Synchronicity”, uno straordinario viaggio tra arte contemporanea e arte moderna. Tour: PratoMuseo di Palazzo Pretorio e mostra “Sincronicity” (8 euro)Fierucola delle Bigonce / Mercatino di Natale a Vernio / Mercatino di Natale a Vaiano.

Come partecipare

Le visite sono gestite con un servizio di autobus con accompagnatore che parte alle 9 dalla Stazione Santa Maria Novella, dove si farà ritorno la sera alle 19. Il servizio è gratuito, sono a pagamento solo le entrate ai Musei. Le visite vengono effettuate in italiano e inglese; i posti sono limitati e quindi è obbligatoria la prenotazione, che può essere effettuata alla mail thatsprato.com oppure tramite telefono al 328 0021009. Il pranzo è libero.

That’s Prato è un progetto pilota per la valorizzazione dei beni artistici e delle produzioni tipiche e per la promozione turistica della provincia di Prato, nato dalla collaborazione con il Progetto Prato della Regione Toscana con la Camera di Commercio e con tutti i Comuni del territorio. Le visite sono organizzate dall’associazione FareArte. Durante gli itinerari sono presenti, a turno, anche due ragazzi dell’indirizzo turistico dell’Istituto “Gramsci-Keynes”, che fanno servizio di accompagnamento.

Tutte le info su www.thatsprato.com.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.