Marginalia, l’associazione che da 21 anni semina cultura in città, continua con idee e proposte accattivanti. Sono infatti tanti gli appuntamenti che questo gruppo di pratesi, prodigo di stimoli artistici e letterari, propone per le prossime settimane.

Si parte dall’Antologica di Fiabe in scena ai Gigli lunedì 22 per continuare, sempre nel centro commerciale, con due pomeriggi – il 26 e il 28 – di laboratori creativi con l’illustratore fiorentino Manuel Conti. Quindi ecco che mercoledì 24 i locali della sede di via Santa Chiara 38/12 ospiteranno La Casa che Cura, un affascinante viaggio condotto dall’architetto olistico Alessandro Checchi nelle nostre abitazioni per scoprire come curarci con l’ambiente in cui viviamo, in nome di armonia e benessere. Sarà quindi la volta dell’appuntamento con una Festa della Donna alternativa al Museo di Scienze Planetarie di Prato, con apertura notturna straordinaria compresa di cena a buffet e visita guidata dall’atrofisico Sara Marongiu. Non solo, la cena sarà accompagnata dalla musica e da una relazione sulla nascita dell’universo a cura dell’astronomo Davide Casarosa. E per spingersi ancora oltre, si arriva al fine settimana del 19/20 marzo, quando l’Hotel Datini ospiterà Il Benessere nelle tue mani una vetrina di operatori di fiaboterapia, cromoterapia cristalloterapia, naturopatia, massaggi che stimoleranno l’utente a prendersi cura di sé a 360 gradi.

“Siamo un’associazione longeva e sempre piena di voglia di fare, di dare, di organizzare – racconta Vania Fanciullacci, presidente storica di Marginalia -. Siamo nati grazie all’amicizia di persone eccezionali quali Umberto Mannucci, Renzo Giusti, Barbara Ghiardi, Massimo Pettinelli e Patrizia Giovannetti. Insieme abbiamo iniziato un percorso ricchissimo, che ha avuto momenti difficili, ma che ci ha riservato soddisfazioni impagabili. A darci il là è stata l’iniziativa che più ci caratterizza e che ci rispecchia Un Prato di Fiabe nata con noi 21 anni fa e giunta alla sua 16 edizione, (a causa di una pausa di 5 anni ndr.)”. Prato di Fiabre è un concorso nazionale aperto a tutti gli autori di libri per bambini, il quale ha ospitato fra le più grandi firme della narrativa dei piccoli. Non solo: dallo scorso anno il concorso prevede anche la categoria “illustratori” aperto appunto alle opere grafiche che verranno selezionate da un’apposita giuria che avrà il compito di scegliere gli illustratori che disegneranno le opere riguardanti una delle dodici opere finaliste al concorso letterario.

“Garantiamo come ogni anno giurati d’eccezione – spiega Fanciullacci -. Nel 2015 abbiamo avuto Mario Gomboli, Costa, Staino, Alfaioli e Risaliti per gli illustratori e Matteo Faglia, Pierfrancesco Listri, Lorenzo Becattini e Ballati per giudicare gli autori. Una serie inenarrabile di professionisti a garanzia della grande qualità del nostro concorso”.

Ma Marginalia è anche corsi di pittura, serate di lettura e fiabe animate nelle stanze della sede, vicino al Museo del Tessuto, ma anche trekking urbano e rappresentazioni teatrali itineranti. “Fra gli appuntamenti a cui teniamo di più è il Vasariano Teatralizzato che facciamo ormai da dieci anni – spiega con orgoglio il presidente -. Ma per esempio la prossima domenica ci sposteremo nei sotterranei della Pergola. Insomma facciamo sempre tanto e invitiamo coloro che credono fermamente nel valore del patrimonio artistico-culturale del territorio pratese a unirsi a noi. Noi siamo quelli dell’Arte sulle scale, dei mercatini Domeniche ad arte, dei percorsi artistici, insomma siamo un gruppo di appassionati con tante idee e voglia di fare per star bene insieme”. Per saperne di più [email protected] e [email protected]

ARTICOLO SPONSORIZZATO BUONO

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.