La diciottesima stagione concertistica della Camerata Strumentale Città di Prato si apre con un omaggio a Shakespeare, a 400 anni dalla morte, e al sogno, giovedì 10 novembre alle 21.

La serata inaugurale si apre con l’intimità soave del “Concerto n. 5 in mi bemolle maggiore per pianoforte e orchestra ” di Beethoven, affidato al pianista Alessio Bax, che “è oggi una degli artisti della tastiera più ammirati al mondo e interprete eletto del genio di Bonn”, si legge nella presentazione.

Il concerto proseguirà con l’esecuzione della musica incantata che Felix Mendelssohn compose per illustrare il “Sogno di una notte di mezza estate”. “L’Ouverture, scritta a soli diciassette anni, nel 1826 è il geniale avvio della stagione musicale romantica, nel suo farsi traduzione sentimentale della grande letteratura. Le musiche di scena – si legge ancora – vennero composte molti anni dopo ma sulla falsariga di quella geniale intuizione dell’adolescente, destinata a diventare l’incunabolo di un’epoca e tuttora freschissima nella sua capacità di farci entrare nei paesaggi della fantasia”.

Molti gli ospiti impegnati nell’esecuzione di questa Overture: i soprani Eva Macaggi e Mayumi Kuroki, gli attori Maria Caterina Frani, Fabio Mascagni e Archimede Pii e il Cora “Harmonia Cantata” diretto dal maestro Raffaele Puccianti.

Alle ore  18.45 al ridotto del Teatro Politeama torna
il tradizionale appuntamento con l’incontro introduttivo al concerto, tenuto dal Direttore artistico Alberto Batisti con  ingresso libero. A seguire cocktail-buffet con prenotazione obbligatoria al numero 0574 455210 o all’indirizzo [email protected]

Il concerto sarà trasmesso su Rete Toscana Classica in diretta streaming su www.retetoscanaclassica.it

Biglietti
Platea intero 25€ / ridotto 20€
Galleria intero 15€ / ridotto* 10€
Under 30 10€
Under 18 5€

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.