Martedì 28 marzo alle ore 17 nella Sala Conferenze della Lazzerini si terrà la presentazione del libro Ricordi di Guerra , un racconto scritto da Renato Primi fra il 2 ottobre 1919 e il 28 gennaio 1924 e raccolto dal figlio Alberto.

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con il Museo della Deportazione e Resistenza di Prato e fa parte delle celebrazioni per il centenario della Prima Guerra mondiale, previste nel progetto “La pace era il mio traguardo”: Prato e la Grande Guerra, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e coordinato dal Comune di Prato attraverso la Biblioteca Lazzerini.

Renato Primi, nato a Prato l’8 settembre 1899 e morto a Firenze il 3 settembre 1984, fu richiamato in guerra il 25 giugno 1917. Travolto dalla rotta di Caporetto, fu fatto prigioniero sul Tagliamento e deportato al campo di concentramento di Limburg. Poco dopo il suo ritorno a Prato il 2 dicembre 1918 iniziò a mettere per scritto i suoi ricordi, sia per serbarne memoria ma, certamente, anche per esorcizzare i fantasmi della sua terribile esperienza. Questi ricordi sono stati raccolti e trascritti dal figlio Alberto e questo libro è il frutto di questo suo attento e meticoloso lavoro.

Alla presentazione del volume saranno presenti l’assessore alla cultura Simone Mangani, Aurora Castellani, presidente della Fondazione Museo della Deportazione e Resistenza di Prato, Alberto Primi, figlio dell’autore e curatore del libro, Giovanni Spena, docente di storia e autore delle note di lettura.
Ingressolibero.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.