La primavera è la stagione più bella per visitare il Giappone, coi suoi mille colori. E tante sono le tradizioni legate a questa importante stagione, anche a tavola. Dopo il successo dei corsi che si stanno svolgendo in questi giorni dedicati a Ramen e Udon, Freebudo propone un nuovo doppio appuntamento per imparare a conoscere una serie di piatti legati alla tradizione nipponica, ricchi d colori e profumi.

Una dei più importanti appuntamenti di marzo è Hina-matsuri, conosciuto come “Festa delle bambole”: si festeggia il 3 marzo ed è una ricorrenza nella quale si prega per la salute e la buona fortuna delle bambine, dando il benvenuto alla primavera. In questo giorno le famiglie decorano la loro casa con le bambole tradizionali e i fiori di pesco, e preparano il cibo per i festeggiamenti.

Sabato 3 e domenica 4 marzo, nella sede di Freebudo in via Genova, Yasuko Ueno e Gianna Giraldi faranno conoscere come preparare un vero menù e una tavola giapponese in primavera: in Giappone, le stagioni non influenzano solo la scelta dei cibi, ma anche la scelta dei piatti e contenitori da utilizzare per le pietanze. Studieremo anche come apparecchiare la tavola secondo l’estetica giapponese legata alla primavera, e il cibo potrà essere servito in piatti scelti nella forma e nel colore per evocare la stagione.

Trai piatti proposti, anche il Chirashizushi: riso condito sormontato da decorazioni dalle morbide tonalità di giallo, verde e altri colori, che ricordano il risveglio della natura.
Il Chirashizushi è una varietà di sushi che, a differenza dei nigiri, viene preparata anche a casa.

Il prezzo per le due lezioni è di 60 euro: per iscriversi – entro martedì 27 febbraio – basta inviare una mail a [email protected] o telefonare al 3398754315.

Di seguito il programma delle lezioni

Sabato 3 Marzo – 15.30-18.30

Chirashizushi
Temarizushi
Suimono (zuppa trasparente)
Scelta dei piatti, fiori, decorazioni per allestire la tavola
Assaggio delle preparazioni

Domenica 4 marzo – 10-13

Tris di verdure di primavera:
-Na no hana no karashi ae (fiori di colza in salsa di senape giapponese)
-Kabu no tsukemono (pickles di rapa giapponese)
-Ingen no goma ae (fagiolini al sesamo)
Dessert di tre colori: bianco (purezza), verde (longevità), rosso(scaccia-negatività)
Origami : Creazione di un Hashi-oki (poggia-bacchette)
Come apparecchiare la tavola e come impiattare
Assaggio delle preparazioni

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.