Due venerdì dedicati alla poesia urbana nei giardini dell’assessorato alla Cultura di via Santa Caterina 17, finalmente riaperti al pubblico il 15 e il 22 giugno alle 19, con Parole possibili.

Parole possibili, evento a ingresso libero a cura del gruppo Poecity – Azioni urbane di poesia, vedrà ospiti dei giardini di Santa Caterina gli autori Franca Mancinelli, Tommaso Di Dio, Paola Ballerini e Novella Torre. I poeti sono stati invitati a portare un amico e creare con il pubblico un dialogo/reading sui propri percorsi poetici e sul tema dello scorrere, perno della ricerca poetica di quest’anno. Alle letture e agli incontri di giugno seguiranno, a luglio e settembre, appuntamenti di lettura condivisa e scrittura di poesia su strada. Ecco il programma dei due giorni.

Venerdì 15, ore 19: Incontro con Franca Mancinelli e Tommaso Di Dio
Franca Mancinelli è autrice di due libri di poesie, Mala bruna e Pasta madre, redattrice della rivista Smerilliana, Argo – annuario di poesia e del blog interno poesia.
Tommaso Di Dio è autore dei libri di poesie Favole, Tua e di tutti e La fine delle favole, membro del comitato scientifico del laboratorio di filosofia e cultura Mechrì, giurato del premio letterario Premio Castello di Villalta poesia e fondatore della rivista Ultima.

Venerdì 22, ore 19: Incontro con Paola Ballerini e Novella Torre
Novella Torre è isegnante di scuola superiore e autrice del libro La Preda, con cui ha vinto il Premio Opera Prima 2007.
Paola Ballerini è autrice del libro Nell’arcipelago cresce l’isola, con cui ha vinto il premio ClanDestino 2009.

Il 10 luglio alle 19, inoltre, al ponte della Passerella si terrà l’incontro Quale poesia quest’anno per la città?, in cui verrà scelta la poesia da scrivere per strada il 14 settembre con Poesia su asfalto, sempre nella zona della Passerella, alle 17.

Immagine tratta dalla pagina Facebook di Poecity.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.