L'eredità delle donne Firenze

Firenze celebra i talenti delle donne con una iniziativa che racconta le personalità femminili di valore che hanno contribuito a rendere grande e unico il patrimonio culturale della città e dell’ intero Paese.
Si chiama L’Eredità delle Donne il festival di tre giorni – 21, 22, 23 settembre 2018 – realizzato in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio e dedicato al contributo femminile al progresso dell’umanità.

Il progetto, con la direzione artistica di Serena Dandini è realizzato con l’agenzia Elastica e promosso da Fondazione CR Firenze, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Comune di Firenze. In tre giorni si susseguiranno oltre 100 eventi, tra dibattiti incontri e spettacoli. Il tema è quello dell’empowerment femminile attraverso la cultura e l’intrattenimento con ospiti di portata nazionale e internazionale.

In tre giorni quasi 100 appuntamenti, 26 location da visitare e 140 ospiti nazionali e internazionali, tra cui alcune “Grandi Madri” come Franca Valeri, Lina Wertmüller e Natalia Aspesi, poi il Premio Pulitzer Jhumpa Lahiri. Ospite speciale sarà Segolene Royale, che sigla il gemellaggio con l’evento Les Journées du Matrimoine di Parigi e dedicato alla figura dell’Elettrice Palatina – Anna Maria Luisa de’ Medici a cui è idealmente dedicata la manifestazione.

Protagoniste del racconto storico ma anche degli scenari futuri, saranno per una volta le Madri della Patria, scrittrici, scienziate, artiste, attrici, filosofe e pensatrici che spesso restano invisibili ai più e alla grande storia.

Il programma è vasto e prevede tre serate principali al teatro della Pergola e al Teatro Odeon, condotte dalla Dandini:

Si parte venerdì 21 settembre (Teatro della Pergola, ore 20.15), con l’apertura ufficiale alla presenza di Dario Nardella, sindaco di Firenze, e di Umberto Tombari, Presidente Fondazione CR Firenze. Prima ospite internazionale, Segolene Royale che dialogherà con Serena Dandini.  A seguire il talk: “Dacci oggi il nostro fare quotidiano: Le Cre-Attive “con Suad Amiry, scrittrice e architetto palestinese, Liza Donnelly, vignettista del New Yorker che disegnerà live i contenuti della serata, Amalia Ercoli-Finzi, prima donna ingegnere aerospaziale, Cecilia Laschi, bioingegnere e pioniera nel campo della robotistica soft, e la scrittrice Angela Terzani Staude

Si prosegue sabato, 22 settembre alle 21 conL’abbecedario delle donne” una serata di speech teatrali che vedrà alternarsi tra le altre le scrittrici Silvia Avallone, Teresa Ciabatti e Michela Murgia, le attrici Anna Bonaiuto, Lunetta Savino, Alessandra Faiella e Francesca Reggiani, Marica Branchesi, astrofica italiana definita dal Time come una delle 100 persone più influenti del mondo.

Domenica 23 settembre, ore 21 al teatro Odeon Serena Dandini intervista Natalia Aspesi e a seguire “Nessuna donna è un’isola»: una per tutte e tutte per una”

Tanti poi gli appuntamenti “off” a partire dagli eventi del Cinema la Compagnia dove, segnaliamo, sabato 22 settembre, in matinée, Serena Dandini incontra Franca Valeri che presenta la proiezione del suo film “Il segno di Venere”. 

Sempre sabato, alle ore 20,30 la scrittrice Elena Stancanelli intervisterà Lina Wertmüller, prima donna candidata all’Oscar come regista (introducono Maresa D’Arcangelo e Paola Paoli del Festival Internazionale Cinema e Donne), e a seguire il suo film “Un complicato intrigo di donne, vicoli e delitti”.

Per i tantissimi altri eventi in programma: www.ereditadelledonne.eu

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.