Per la rassegna Cibo tra arte e mistero a cura della Libreria Gori, che raccoglie incontri con autori e presentazioni di libri di case editrici indipendenti, dove il tema dell’enogastronomia locale si intreccia all’arte e al mistero, martedì 23 ottobre alle ore 18 in sala conferenze della biblioteca Lazzerini, si terrà un nuovo appuntamento legato al libro “Misteri e manicaretti del territorio pratese” , curato da Luca Martinelli.

Anche questa iniziativa fa parte del progetto sulla bibliodiversità Fila a leggere, finanziato dalla Regione Toscana e coordinato dal Sistema bibliotecario provinciale pratese , che vede coinvolte le biblioteche e tanti altri suggestivi luoghi del territorio provinciale.

Il libro, pubblicato da Edizioni del Loggione nella collana Brividi a cena, raccoglie sedici racconti ambientati nel  territorio della provincia, intrecciati alle ricette tipiche di quei luoghi. Sedici racconti in cui gli autori hanno giocato con il contrasto tra la dolcezza di un paesaggio che coinvolge i cinque sensi e gli intrighi del racconto giallo, ambientando nel territorio pratese le loro storie misteriose e cariche di suspense. Con una avvertenza, però. Tutti questi colpi di scena, questi delitti e la complessità delle indagini che vedranno coinvolti i protagonisti hanno il prevedibile effetto collaterale di mettere appetito. Ecco allora che le storie si intrecciano con ricette tipiche del territorio da provare e riprovare, alcune proposte da chef e pasticceri del territorio pratese, fra i quali il pasticcere campione del mondo Luca Mannori e il pasticcere Paolo Sacchetti.

Alla presentazione saranno presenti il curatore Luca Martinelli e gli autori che hanno ambientato i loro racconti nella città di Prato: Laura nardi, Giuliana Giovannelli e Pierluigi Scarselli, e Maurizio Giardi.

A seguire, alle ore 20, cena al ristorante Megabono (via Ser Lapo Mazzei 20) con “assaggi” del libro in compagnia degli autori dei racconti ambientati a Prato e menù a base di sedani alla pratese e pratesaccio. Cena 20 euro con prenotazione obbligatoria al 347 8908892.