Il cortometraggio del pratese Tommaso Santi è nel gruppo dei 72 cortometraggi finalisti selezionati tra i 326 candidati ai David di Donatello 2019. Una ultima grande soddisfazione per questo 2018 durante il quale il corto pratese ha vinto il premio Migrarti 2018 e quello per la miglior sceneggiatura nella sezione Migrarti del festival del cinema di Venezia 2018.

Integrazione e paura del diverso sono i temi principali affrontati dal regista pratese grazie alla semplicità dei bambini.

Ambientato in una classe di una scuola elementare, Krenk è un nuovo alunno che arriva da un paese sconosciuto. Il nuovo arrivato è un essere straordinario, un extraterrestre simile a un polpo, con un occhio solo, appena atterrato da un pianeta vicino Saturno. Intelligentissimo e molto simpatico, Krenk conquista tutti, e il suo arrivo si trasforma per Gianni in un incubo. Perché alla fine Krenk è un estraneo che viene visto con curiosità o con timore e rappresenta la paura che tutti abbiamo che qualcuno possa prendere il nostro posto.





Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.