elianto

Il programma di TIPO (Turismo Industriale Prato) riprende con il recital/concerto di Elianto alla Picchi SPA, storica azienda pratese, sabato 29 gennaio. La visita alla fabbrica è in programma per le 20, mentre il concerto inizierà alle 20,45.

Musicista, cantautore, comico e autore di brani comici e satirici, speaker, copywriter e blogger: Elianto nasce artisticamente Milano e, quando non è in teatro o sul palco di Zelig Cabaret, è rintracciabile sui Navigli armato di chitarra per cantare freestyle. “L’Inventacanzoni”, il suo spettacolo, è una fusione di improvvisazione e musica che coinvolge anche il pubblico.

Attualmente, Elianto è autore teatrale e televisivo, ha lavorato per Rai5 e Sky Arte ed è autore di brani interpretati da altri musicisti. Le sue improvvisazioni sono in onda ogni venerdì su Caterpillar, Rai Radio2.

Prima del concerto il pubblico potrà visitare la fabbrica Picchi, attiva da oltre 70 anni e dotata di una biblioteca con archivio. La Picchi Spa è uno dei pochi lanifici pratesi ad avere al suo interno un ciclo produttivo verticale, dal filo alla stoffa: è possibile passare dal reparto orditura, tessitura, finissaggio umido e secco, controllo ispezione e laboratorio. Negli anni ’70 la Picchi Spa aveva già realizzato un antenato del più recente bosco verticale, e negli anni ’80 ha collaborato con Guido Crepax, Andrea Pazienza e Milo Manara che hanno disegnato abiti con il tessuto dell’azienda.

All’ingresso della fabbrica si trova la scultura in marmo “Ariannaaurea”, opera commissionata a Giò Pomodoro. Recentemente Picchi ha acquistato altre opere d’arte di Dani Karavan e Renato Guttuso.

Ingresso: 15 euro più diritti di prevendita, 18 euro con la visita alla fabbrica. I biglietti sono in vendita su TicketOne e nei relativi punti vendita. Per informazioni è possibile contattare il numero 3381015732. I possessori della Pratosfera Card avranno uno sconto del 10% sul prezzo del biglietto acquistandolo nella sede di Fonderia Cultart, in via San Giovanni.

Articolo Precedente“Luso”, il nuovo cinema portoghese arriva al Pecci
Prossimo Articolo80 passeggiate “tra storia e natura”