nuove aperture

L’estate 2022 ha sancito la ripresa delle aperture di nuove attività in centro storico, un segnale che non può essere che positivo per tutta la città, e con l’avvicinarsi di Natale il ritmo è andato aumentando in modo sensibile tanto che forse conviene fare una piccola e siamo sicuri incompleta ricognizione. (Se ne conoscete altri, segnalateli per favore e li aggiungeremo alla lista).

In via Muzzi apre (proprio oggi, 10 dicembre) un negozio di moda. Si chiama Fran ed è frutto dell’iniziativa di due giovani stiliste e imprenditrici.

A due passi, in via Banchelli, apre un centro diurno per cani, cioè un luogo per lasciare in buone mani il tuo animale preferito quando non ci sei. Si chiama Klabaus.

In via Rinaldesca invece, da una decina di giorni c’è il nuovo regno degli appassionati di giochi di ruolo, Pokemon, Harry Potter e altre fantameraviglie. Si chiama Dragonia.

In Corso Mazzoni, ha aperto da qualche giorno “Machete, Capelli & Barba”, un barbershop che fa parte di una catena con filiali non solo in tutta Italia ma anche nel Regno Unito e in Arabia Saudita.

All’inizio di dicembre, in via Modesti, ha aperto invece il nuovo salone di Luison Parrucchieri.

Non rientra nel campo delle nuove aperture ma quasi. LucyMoon, il negozio di prodotti cosmetici coreani da qualche tempo in via Guizzelmi, si è spostato da pochi giorni in via Garibaldi.

E non è finita qui. L’estate era infatti cominciata con l’apertura di Terra Mja, enogastronomia partenopea all’angolo di via Muzzi. Cui era seguita poco dopo quella della Taverna dell’Orco, un ristopub a tema fantasy appena fuori da Porta Santa Trinita. E poi all’inizio di novembre c’è stata l’apertura di un nuovo posto dove mangiare schiacciate con un pizzico di brio partenopeo in via Ricasoli. Si chiama Da Salvo.

Articolo PrecedenteA Prato la prima multisala con tecnologia laser 4k (e i “Goonies gratis per un giorno)
Prossimo ArticoloBacchereto diventa Città dei Presepi