femicidio

26 agosto 2014, Ponsacco

Maria Ricci, 74 anni, è stata uccisa in casa dal marito, Domenico Specchiulli, 76, che l’ha picchiata, poi accoltellata e infine si è tolto la vita.

24 agosto 2014, Roma

Una donna di 40 anni è stata decapitata con una mannaia dal suo compagno, Federico P., che poi è stato ammazzato dai poliziotti. Avvertiti dai vicini, gli agenti sembra siano stati a loro volta aggrediti dall’uomo con la stessa arma da taglio che gli era servita per uccidere la fidanzata.

22 agosto 2014, Catania

Roberto Russo, 47 anni, sconvolto dalla crisi del suo matrimonio, ha sfogato la sua depressione contro le figlie, che ha prima seviziato poi accoltellato. Laura aveva 12 anni ed è morta in poco tempo. Marica, 14, si è salvata dopo giorni d’ospedale.

18 agosto 2014, Catanzaro

Mary Cirillo, 31 anni, è stata uccisa dal marito, Giuseppe Pilato, 30enne, che dopo averle sparato è fuggito. E’ stata la figlia di 10 anni, la più grande, a trovare il corpo. La coppia ha altri tre figli di 8, 5 e 2 anni.

16 agosto 2014, Barberino nel Mugello

Jennifer Miccio, 33 anni, di Mercatale di Vernio, è stata trovata morta sulle rive del Lago del Bilancino nella notte di ferragosto. Era madre di un bambino di 10 anni. Ad ucciderla pare sia

stato un caro amico della giovane, Daniele Baiano, trovato morto suicida a Vaiano.

15 agosto 2014, Perugia

Nell’ospedale di Santa Maria della Misericordia è morta Ilaria Abbate, 24 anni, dopo 38 giorni di agonia. Il 6 luglio scorso, l’ex marito, Riccardo Bazzurri, che non aveva mai accettato la separazione, sparò a lei, al figlio di due anni che continua a lottare tra la vita e la morte, e a un’amica di Ilaria rimasta ferita lievemente. Erano tutti in auto pronti per andare al mare quando l’uomo ha aperto il fuoco sul gruppetto, poi si è tolto la vita.

14 agosto 2014, Carugo (Co)

Marcello Suriano, un ragazzo 22enne con un disagio interiore, ha ucciso la madre di 55 anni, Mariangela Moiola. La donna è stata strangolata e soffocata nella loro casa a Carugo, Como, dal giovane, reo confesso del delitto.

13 agosto 2014, Sarzana (SP)

Antonietta Romeo, 40 anni, è stata uccisa in casa dall’ex marito, Salvatore Iemma, 48, al culmine di una lite. Poi, 24 ore dopo averle sparato, si è costituito. Non era la prima volta che l’imprenditore edile picchiava Antonietta. Per tre volte l’aveva costretta a rivolgersi al pronto soccorso per le ferite riportate.

8 agosto 2014, Roma

Maria Ferrara, 68 anni, è stata uccisa dal marito, Filippo Pagano, che ha anche ferito il figlio e poi ha tentato il suicidio.

17 luglio 2014, Erba (Co)

Massimo Rosa ha ucciso la madre, Luigia Castelnuovo, 89 anni, bloccata a letto da tempo, e poi ha sparato al fratello Sandro, ferendolo lievemente. Ai carabinieri ha confessato: “Non ce la facevo più”. Pare che Sandro fosse depresso e incapace di sostenere le condizioni della madre, e che dunque Massimo, esasperato, abbia tentato la mattanza.

16 luglio 2014, Torino

Ha ucciso la madre a coltellate, poi ha atteso l’arrivo dei carabinieri. Alexandru Adrianu Ferencz, 29 anni, soffre di disturbi psichici e quando lo hanno arrestato vaneggiata strani riferimenti a Satana. Lei si chiamava Maria e aveva 51 anni.

Un commento

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.