Ieri pomeriggio al Metastasio l’acrobata, attore, giocoliere e danzatore Yoann Bourgeois in “Cavale”: un poema di circo sospeso in cui la caduta è trattata come una trama ripetuta e variata, con due uomini che gravitano e si abbandonano al vuoto di continuo.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.