Una gran bella serata di jazz domani sera (lunedì 17 agosto, 21,30, ingresso libero) nella Corte delle Sculture in Lazzerini. A salire sul palco per i concerti di lunedì d’agosto sarà infatti Alessandro Galati in quintetto per “The Wheeler variations”: un omaggio a Kenny Wheeler,  famoso trombettista e compositore canadese scomparso lo scorso anno.

Ad accompagnare al pianoforte Galati, che ha collaborato con Wheeler, altri quattro musicisti legati al musicista canadese: Stefano “cocco” Cantini (sax tenore), Ares Tavolazzi (basso), Enzo Zirilli (batteria), oltre a Stan Sulzman, suo sassofonista per oltre 30 anni.

“The Wheeler variations” è un progetto di Alessandro Galati, pianista e compositore fiorentino e insegnante della Verdi, dedicato alla memoria del grande musicista, genio dell’improvvisazione e figura centrale dell’avanguardia jazz. Nel corso della sua carriera, iniziata all’inizio degli anni Cinquanta, Kenny Wheeler ha collaborato con Dave Holland, Keith Jarrett, David Sylvian, Steve Coleman, John Taylor, Bill Frisell, Ian Garbarek.
“Cerco di trovare romantiche melodie kitsch, mescolare con un po’ di caos”, con queste parole Kenny Wheeler descriveva il proprio lavoro e il proprio stile.

I concerti del lunedì d’agosto rientrano nella programmazione della Prato Estate e ogni anno portano nella Corte delle Scultura della biblioteca Lazzerini la musica degli insegnanti della scuola di musica Verdi di Prato.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.