Il collettivo artistico Metropopolare torna in scena con i detenuti del carcere La Dogaia. Si intitola “Proteggimi” la nuova produzione della compagnia pratese e sarà rappresentata un’anteprima all’interno del carcere di Prato il prossimo 12 maggio alle ore 20,30. Si tratta di uno spettacolo che trae spunto dalla vita del drammaturgo statunitense Tennessee Williams e dalle sue opere, con particolare riferimento ai personaggi del capolavoro Un tram chiamato Desiderio. Il gruppo di detenuti-attori e professionisti ha lavorato ad una vera e propria riscrittura originale, frutto di un lungo lavoro di studio e di confronto.

Proteggimi prosegue idealmente un lavoro iniziato con H2Otello, lo spettacolo precedente a questo, una rilettura della tragedia del moro di Venezia di Shakespeare. Anche questa volta la questione della violenza è affrontata attraverso il lavoro fisico e il confronto tra due mondi troppo simili e insieme troppo distanti. Un filo rosso collega i due spettacoli che affrontano la questione femminile con un affondo impietoso dentro i codici culturali e le gabbie in cui ognuno si trova rinchiuso.

“In Proteggimi – commenta la regista di teatro Metropopolare Livia Gionfrida – abbiamo lavorato sulle nostre debolezze, sulla nostra incapacità di volare per davvero. In questo lavoro c’è la nostra goffaggine nel muoverci dentro ad un castello di vetro, quello delle relazioni. Abbiamo tentato di tirar fuori tutto il nostro egoismo, che si muove dentro le profondità di una natura che ci spinge gli uni verso gli altri, inesorabilmente, inadeguati. Spesso incapaci di governare le nostre emozioni”.

 

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE ALLO SPETTACOLO

Lo spettacolo all’interno del carcere è a numero chiuso e i posti sono limitati; è possibile accedere solo previa autorizzazione delle autorità preposte.

Per partecipare è necessario prenotarsi entro e non oltre le ore 12 del 20 aprile, inviando una mail a [email protected] indicando: nome, cognome, data e luogo di nascita, residenza, recapito telefonico. È necessario allegare alla mail copia di un documento di identità valido. L’invio della richiesta non dà automaticamente diritto all’accesso in carcere: i documenti saranno inviati alle autorità preposte per l’autorizzazione. La prenotazione sarà definitiva nel momento della conferma da parte di Teatro Metropopolare.

Al termine dello spettacolo sarà organizzata una cena di autofinanziamento all’interno della Casa Circondariale, per la quale è richiesta un’offerta minima di 20€. Il ricavato sarà interamente devoluto a favore dei detenuti per le attività laboratoriali e per l’acquisto di materiali utili allo svolgimento delle attività culturali.

 

“Proteggimi”

drammaturgia e regia Livia Gionfrida
scene Alice Mangano
assistente alla regia Giulia Aiazzi

foto di Laura Meffe
assistente stagista Giulia Vannozzi
organizzazione Rebecca Polidori

con Luciano Colonna, Robert Da Ponte, Ayoub El Mounim, Rossana Gay, Sofien Ghozlan, Livia Gionfrida, Malaj Mbaresin, Wu Kejan, Rodrigo Romagnoli

produzione Teatro Metropopolare in collaborazione con Teatro Metastasio Stabile della Toscana

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.