“Contaminazione, confronto, concretezza”: con queste tre parole Tessa Moroder descrive quello che si aspetta dal nuovo appuntamento con K-Art, l’evento che Confartigianato ha organizzato per la prima volta nello spazio che da qualche settimana ha inaugurato insieme alla sorella Arianna, Lottozero.

Un’edizione speciale quella del 2016, con l’obiettivo di mettere a confronto imprenditori di settori diversi con una particolare attenzione ai più giovani: venerdì 18 novembre, infatti, un
centinaio di artigiani del settore tessile e non solo si incontreranno nello spazio insolito e informale delle sorelle Moroder, dove è attualmente allestita la mostra Inside Lottozero, in cui tredici artisti internazionali espongono le loro opere che prendono spunto dall’elemento tessile.

Protagonisti dell’evento gli imprenditori del Gruppo Giovani di Confartigianato, ma anche altri imprenditori di diverse età e settori di appartenenza che hanno mostrato maggiore dinamismo e orientamento all’innovazione nell’ambito dell’universo Confartigianato: “Lottozero è un esempio di come sia possibile oggi a Prato rompere gli schemi e crearne di nuovi, quando parliamo di fare impresa – commenta Cristiano Reali, presidente del gruppo Giovani Imprenditori di Confartigianato Prato – Promuovere la propria azienda, promuovendo anche l’arte, in un momento importante per la città di Prato. E’ un esempio ed è diventato l’emblematico luogo in cui abbiamo deciso di organizzare la nostra iniziativa”.

Arte e gusto. K-Art è realizzata col contributo della Camera di commercio, il patrocinio del Comune e la collaborazione del Consorzio di tutela dei biscotti di Prato e Gruppo Gustiamo. Proprio Consorzio dei biscotti di Prato e Gruppo Gustiamo daranno vita a una degustazione di prodotti che si snoderà come un percorso tra le opere esposte che inizierà dalle ore 20,30. Alle ore 19 è invece prevista una visita guidata alla mostra Inside Lottozero. La prenotazione è obbligatoria presso le aziende del Gruppo Gustiamo con un costo a persona di 15 euro: il ricavato sarà devoluto ai terremotati del Centro Italia.

“Questo appuntamento ci permette – racconta Tessa Moroder di Lottozero – presentare ai giovani artigiani il nostro spazio e cercare nuove collaborazioni, alcune delle quali saranno già visibili, come l’allestimento curato con i ragazzi di Freak Out! che poi rimarrà a Lottozero. L’idea di questa serata è creare un posto d’incontro informale dove confrontarsi sulla nostra visione per Prato, condividendone strumenti e opportunità”.

K-Art sarà una delle ultime possibilità per visitare Inside Lottozero, che si concluderà domenica 20 novembre. Durante la serata anche una parte degli incassi ricavati dalla vendita dei cataloghi della mostra sarà devoluto ai terremotati del Centro Italia.

k-art 2016

ARTICOLO SPONSORIZZATO BUONO

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.