Mapping, la mostra fotografica che sarà inaugurata oggi pomeriggio alle 18,30 negli spazi di Lato (piazza San Marco 13, ingresso libero), porta lo stesso nome della prima edizion pratese di Slideluck, l’evento conviviale dedicato alla fotografia che lo scorso mese di settembre ha portato a Prato venti opere provenienti da mezzo mondo.

Gli organizzatori dell’associazione Sedici, insieme a Luca Gambacorti di Lato, hanno così scelto Georgs Avetisjans, Hana Sackler e SYNAP(SEE) per realizzare adesso una visione collettiva sul tema del mapping, declinato in tre ambiti di ricerca: documentazione del territorio, fenomeni sociali e identità personale.

Gli autori

“I sei autori del collettivo SYNAP(SEE) ci mettono di fronte alla stratificata geografia di alcuni parchi italiani – spiega l’introduzione – “Parco” è una sguardo articolato su di un territorio in continua evoluzione. Poi il multiforme lavoro del lettone Georgs Avetisjans e il suo “Homeland”: indagine nostalgica di un villaggio della Lettonia e dei suoi cambiamenti sociali, politici, economici. Un’opera su più livelli che rivela il complesso rapporto tra abitanti e territorio.
Infine, Hana Sackler, con “The edges of us” e la sua dinamica emozionale del nucleo familiare: una mappa intima e a tratti perturbante delle relazioni personali. Tre mappe diverse accomunate dalla volontà di rappresentare ciò che invece potrebbe fuggire per sempre e unite dal fil rouge di una particolare condizione: il silenzio”.

Durante l’opening saranno presenti gli autori.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.