L’edizione numero 38 del Festival delle Colline si conferma come un’azzeccata miscela di suoni e di suggestioni capace di portare una ventata di freschezza nella programmazione estiva di Prato e dintorni.

L’edizione 2017 porta il nome di “Indyspensabile”, gioco di parole che richiama la musica indipendente e la necessità della sua esistenza e tutela.

I concerti in programma sono sette, tra il 4 e il 26 luglio e toccano come sempre Carmignano, Poggio a Caiano e il Comune di Prato, ovvero la Corte delle Sculture e quest’anno di nuovo l’anfiteatro del Centro Pecci.  Tutti i concerti cominciano alle 21,30.

Il programma

Jesca Hoop – 4 luglio

Chiesa di Bonistallo – 7 euro

“Da bambinaia per i tre figli di Tom Waits e vocalist di supporto per Peter Gabriel – racconta la nota stampa – Jesca Hoop ha avuto modo, passo dopo passo, di edificare una carriera di tutto rispetto coadiuvata in questo dal suo camaleontismo stilistico. Jesca Hoop raggiunge il traguardo del quinto disco solista. Niente le è stato mai regalato, in termini di gavetta ed esposizione, e tutto è frutto di una caparbietà e una dedizione ammirevoli. Ad aiutarla, recentemente è stata la collaborazione con Sam Beam aka Iron & Wine”.

 

Enzo Avitabile – 10 luglio

Anfiteatro del Centro Pecci – 12 euro

“Con questo progetto live  – spiega la presentazione – Avitabile ripercorre in chiave acustica gli ultimi 12 anni della sua produzione discografica, proponendo brani tratti da tutti i suoi progetti dal 2003 ad oggi. “Salvamm ‘O Munno”, “Sacro Sud”, “Festa Farina e Forca”, “Napoletana”, “Black Tarantella” sono i dischi dai quali si attinge per poter dar vita ad un concerto che è incontro “intimo”, nel quale Enzo Avitabile guida il pubblico attraverso un percorso fatto di emozioni e di conoscenza di un linguaggio musicale personalissimo ed originale che lo ha reso uno dei riferimenti mondiali della “World Music” e probabilmente l’artista italiano più rappresentativo di questo genere.“

 

Chrysta Bell – 13 luglio

Rocca di Carmignano – 8 euro – Chi è Chrysta Bell

Millessei Indigeni: l’ascolto prima degli imperi – 14 luglio

Corte delle Sculture. Ingresso libero.

Il Festival delle Colline produce “Millessei Indigeni: l’ascolto prima degli imperi”, un concerto-spettacolo per far capire, si legge nella nota – che “fermarsi ad ascoltare ha implicazioni che vanno dalla sopravvivenza di base all’arricchimento culturale. È indispensabile, soprattutto per un’etichetta musicale indipendente come Millessei Dischi. E per essere indipendenti è indispensabile curare tutto in autonomia: autoproduzione, autopromozione, autodistribuzione, autocoscienza nel definire una narrativa rappresentativa del valore artistico di un ascolto che si può perdere nel rumore di fondo. Millessei dischi che altrimenti non ascoltereste, a partire da quelli proposti nello spettacolo musicale “Millessei Indigeni”, dove si esibiranno gli artisti dell’etichetta pratese e ospiti della scena indipendente. Per tornare a scegliere di ascoltare, per fermarsi a farlo”.

Fantastic Negrito – 17 luglio

Villa Medicea – Poggio a Caiano – 10 euro

Fantastic Negrito ha incantato tutti durante gli opening dei concerti di Chris Cornell e durante i suoi primi act da headliner – si legge nella presentazione – La sua musica mette in risalto la prudenza e lo spazio, tra slide guitar, batteria e pianoforte. Piuttosto che rivisitare i suoi modelli, Fantastic Negrito lascia intatti Lead Belly e Skip James e costruisce con loro un ponte verso un suono moderno con loops e samples dei suoi strumenti live.  Fantastic Negrito ha raggiunto il successo nel 2015 quando ha vinto il NPR Tiny Desk Contest e il suo ep è arrivato al primo posto nelle classifiche blues in USA, UK, Germania e Asia. Nel 2016 è uscito il suo nuovo album, The Last Days of Oakland, è stato protagonista di numerosi apparizioni televisive e ha accompagnato Chris Cornell in tour in Nord America e Europa. L’anno ha raggiunto il culmine quando il suo album ha vinto il Best Contemporary Blues Album al 59° Grammy Awards”.

Fratelli Marelli – 19 luglio

Parco del Bargo – Poggio a Caiano – Ingresso libero

“I Fratelli Marelli sono un’orchestrina di terza generazione nata dall’esigenza di continuare una tradizione di musicale di famiglia – spiega la nota – e per restituire il piacere dell’ascolto e del divertimento tipici della tradizione musicale italiana attraverso un repertorio che segue una sinuosa linea da Danzi ad Arbore toccando molti autori anche improbabili come Battisti o Baccini. Tre musicisti col sorriso e tanto swing. Il gruppo nasce a Bologna nel 2004 dall’incontro di tre musicisti nipoti di alcuni orchestrali dell’Orchestrina jazz “Tumbuctu” che furoreggiava in Italia durante gli anni ’30″.

Giuseppe Von Mozart – 26 luglio

Corte delle Sculture. Ingresso Libero.

Di e con Ugo Sanchez Jr. e Carlomoreno Volpini con la partecipazione della Camerata Strumentale “Città di Prato”. Una co-produzione Prato Estate 2017. “Uno spettacolo di grande fascino con musiche tratte dal grande repertorio classico e musiche originali scritte e strutturate al fine di renderle stringenti all’azione creando un’interazione continua con il clown Ugo Sanchez Jr. – si legge nella presentazione –  che, ancora una volta, si rimette in gioco pur mantenendo in primo piano i suoi obiettivi principali: giocare e stupire”.

Concept grafico: Cuore di Cane.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.