alexander krack- the treatment
Alexander Krack - The treatment

“Ultra” significa “oltre, al di là” e proprio nell’accezione di superamento della normalità racconta, insieme al dittico “Cronache Inaudite”, la lunga notte dedicata alla fotografia in programma venerdì 20 luglio nella corte di via Genova.

Dalle 8 di sera alle 7 di mattina, un programma ininterrotto di mostre, performance, proiezioni e concerti a cura dell’associazione Sedici e inserita nella Prato Estate promossa dal Comune di Prato in partenariato con le associazioni SC17, Matèria, chì-na e la collaborazione di Andrea Bardazzi Stampa&Fineart.

Ultra – Cronache Inaudite

“Ultra – Cronache Inaudite” è il nome della mostra collettiva curata da Sedici che “indaga dimensioni, spazi e fenomeni al confine tra il reale e l’inesplorato – si legge nella presentazione – Mostre fotografiche, proiezioni e contributi multimediali curati da Sedici saranno allestiti open-air e all’interno degli spazi di Corte Genova per affacciarsi a un mondo stra-ordinario attraverso un percorso audio-visivo che andrà avanti per un’intera notte”.

Gli artisti che saranno in mostra – una mostra da non perdere – sono Alexandra Lethbridge (“The Meteorite Hunter“), Mattia Balsamini  (“MIT“), Alexander Krack ( “The Treatment“), Barbara Leolini (“Echoes“), Meinrad Schade (“Burnt Earth“), Kaja Rejczel Rata (“Kajnikaj“) e Peter Goin (“Nuclear Landscape“).

Uno spazio sarà dedicato anche alle immagini dell’archivio NASA – National Aeronautics and Space Administration provenienti dal NASA Image and Video Library.

Oltre al circuito ufficiale saranno esposti anche i lavori degli autori selezionati attraverso la call for entries internazionale, per contributi fotografici e multimediali sul tema, lanciata da Sedici. I loro nomi sono Arianna Ancona (la quarta sponda), Yulia Artemyeva, Selene Citron e Luca Lunardi  (backup my memories), Simone D’Angelo (Santabarbara), Andrea Foligni (fakescapes), Giacomo Infantino (unreal), Joshua Jara Kercher (גלם), Maria Kokunova (This city is just a version of you), Francesca Masarati (Mindscapes), Andrea Nevi (choreography for toilet-experiment 1), Giulia Pesarin (imxz), Greta Pettinari (Se fossimo materiale non degradabile), Matteo Pispisa (accAde), Stavros Stamatiou (a raven’s dream), Giulia Vanelli (untitled (after les américains).

Il programmone

Ore 20
La cena “nell’orto dall’orto” a cura di chì-na nell’Orto in Fabbrica di Via Genova 17 realizzato da Sc17. Saranno serviti piatti a base di prodotti a km 0 (prenotazione obbligatoria). Per info e prenotazioni: [email protected] SPECIFICANDO il vostro NOME,COGNOME e NUMERO DI TELEFONO. Prenotazioni aperte fino a mercoledì 18 Luglio.

Ore 21,15
Incontro con Andrea Sorini e Andrea Gori, rispettivamente regista e produttore di “Bajkonur, Terra”, documentario prodotto da Lumen Films, The Piranesi Experience e Rai Cinema con il supporto del MiBACT, dedicato alla città kazaka che per anni è stata il centro del programma spaziale sovietico. Durante il talk sarà presentato il trailer del film, in uscita nei prossimi mesi, oltre al reportage fotografico realizzato dal regista durante le riprese del film.

Ore 22,15
Apertura delle mostre e la proiezione dei lavori selezionati dalla call for entries.

Giorgio Distante, musicista pugliese, suonerà la tromba auto-costruita HY E.T. – Hybrid Electroacoustic Trumpet o Hello ET!: un ibrido, una sintesi tra elettronica e tromba.

Ore 23
La performance Per(n) di Gruppo MUD, con musiche originali di Alberto Maria Gatti, figure femminili che attraverso il movimento del proprio corpo si fanno portavoce di immagini allegoriche rievocando l’inesorabilità dello scorrere del tempo in una dimensione onirica e sospesa.

Dj set a cura di Matèria con User from PT e Dan-I, intervento visual di Davide Bart Salvemini.

Durante la notte la mini-rassegna cinematografica “Invasioni“. Due le proiezioni in programma: “L’invasione degli astromostri” di Ishiro Honda (1965) e, alle prime ore dell’alba, “L’invasione degli ultracorpi” di Don Siegel (1956).

L’evento si concluderà all’alba con il concerto di violino di Daria Nechaeva, musicista russa dal tocco raffinato vincitrice di numerosi concorsi nazionali e internazionali, seguito da una colazione offerta da Sedici.

Ore 6,15
Colazione offerta da Sedici.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.