Sarà ancora Fonderia Cultart a occuparsi dell’organizzazione del Settembre Prato è Spettacolo nel 2023 e nel 2024. A confermarlo lo stesso Francesco Fantauzzi di Fonderia Cultart, intervenuto al programma “Prima di tutto” su TvPrato.

Fantauzzi ha confermato l’interesse dell’amministrazione comunale a proseguire nella collaborazione e quindi ad ampliarla per altri due anni, come previsto dal bando vinto due anni fa.

Per l’edizione 2023 siamo ancora in alto mare ma il patron di Fonderia ha spiegato che sono allo studio altri luoghi per i concerti, oltre piazza Duomo, dove il prossimo anno si trasferirà una succursale del liceo Livi. Fantauzzi ha parlato di un sogno chiamato piazza Mercatale e accennato ad altri luoghi al vaglio dei tecnici.

Ancora presto anche per qualche anticipazione sui nomi degli artisti della prossima edizione, ma il periodo è quello in cui si chiudono gli accordi con gli artisti stranieri, mentre per definire quelli italiani bisognerà aspettare il prossimo anno.

Articolo Precedente“Break Up”: riapre il circolo ARCI “Lorenzo Orsetti”
Prossimo Articolo“TAPO”: a Prato le ricette toscane in chiave vegetariana