Da qualche giorno la sua faccia lampeggia sugli schermi informativi della città. Philippe Daverio, giornalista, conduttore televisivo e critico d’arte, sarà a Prato il prossimo 13 maggio per una serata dedicata alla collezione permanente di Palazzo Pretorio, il museo civico di Prato, dal titolo “Palazzo Pretorio a Prato: storia di un Cintola e di una città“.

Il creatore e conduttore di trasmissioni popolarissime come Passepartout, Il Capitale (RaiTre) e  Emporio Daverio (Rai5), arriverà a Prato (alle 21) per una lezione-conferenza in cui spiegherà ai presenti la varietà e l’importanza della collezione permanente di Palazzo Pretorio. L’ingresso gratuito è riservato solo ai possessori di abbonamento (i dettagli), mentre per tutti gli altri, fino ad esaurimento posti, il prezzo del biglietto sarà di 12 euro.

Daverio, in un intervista su Artslife, si è espresso recentemente sullo stato dei musei italiani e sulle loro difficoltà.  “Il motivo fondamentale (per cui i musei italiani non decollano ndr) è che non hanno sufficienti quantità di passaggi sui media, perché la ‘vendita’ corrisponde al numero dei passaggi. Gli Uffizi di Firenze ad esempio funzionano perchè hanno un numero alto di passaggi, l’Accademia di Venezia no perchè non li ha. C’è un rapporto diretto tra queste due cose. Io tentai di spiegarlo a Ronchey (ministro dei beni culturali dal 1992 al 1994 ndr) a suo tempo, ma i politici italiani fanno fatica a capire questa realtà, perchè diventano ministri senza essere mai stati in un museo.”

La lezione conferenza, per la cui il Comune ha stanziato 7.900 euro, verrà ripresa integralmente e rimarrà a disposizione del Comune di Prato mentre la voce di Philippe Daverio sarà quella che racconterà  le bellezze di Palazzo Pretorio in un video promozionale.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.