Si terrà domani sabato 11 giugno la giornata conclusiva della V edizione del Prato Film Festival, la rassegna cinematografica che ha come protagonista la commedia, diretta da Romeo Conte e realizzata in collaborazione con gli assessorati alla Cultura e alle Attività produttive del Comune di Prato, con il patrocinio del ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo. Oltre ad una sezione sui lungometraggi di registi italiani ed una sui cortometraggi “Made in China”, dedicata al tema della multiculturalità, quest’anno il Prato Film Festival ha reso omaggio a Pietro Germi, regista, sceneggiatore e attore tra i più importanti della commedia all’italiana.

Un parterre di artisti e ospiti d’eccezione parteciperanno agli appuntamenti della giornata e alla cerimonia di premiazione serale al Castello dell’Imperatore, che si svolgerà (in caso di pioggia) al cinema Terminale.

Domani alle 11 il direttore artistico Romeo Conte e gli ospiti del Festival saranno in Palazzo comunale per un breve saluto al sindaco Matteo Biffoni e agli assessori Simone Mangani alla Cultura e Daniela Toccafondi alle Attività produttive.

La premiazione al Castello dell’Imperatore alle 21, in cui saranno decretati i vincitori delle sezioni Lungometraggio e corti Made in China, sarà condotta da Federico Berti e Giovanni Bogani, accompagnati dalla madrina Pamela Camassa. Alla serata, oltre alle istituzioni, saranno presenti anche Francesco Ghiaccio, Marco D’Amore (regista e interprete del film in concorso Un posto sicuro), l’attore Claudio Bigagli ( L’Universale), Giorgio Amato e Gianmarco Tognazzi, regista e interprete del film in concorso Il Ministro), la giuria, composta da Fabrizio Borghini (critico cinematografici), Blasco Giurato (direttore della fotografia), Giovanni Esposito (attore) e Ivano Marescotti (attore), presieduta dal regista Neri Parenti.
Alle 22 la proiezione del film Sedotta e Abbandonata di Pietro Germi, alla presenza del protagonista Aldo Puglisi e del’attore Edoardo Nevola, noto per aver interpretato Sandrino, il figlio del macchinista ne Il ferroviere, del 1956.
L’ingresso alla mostra fotografica dedicata a Pietro Germi, fino a domenica 12 giugno al Cassero Medievale, è gratuito .

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.