PISTOIA BLUES Piazza Duomo
Pistoia Blues (foto Archivio)

Già dal suo primo mese da Capitale Italiana della Cultura, Pistoia propone un ricco programma di appuntamenti, pensati per ogni fascia di età. Il cuore pulsante delle iniziative di gennaio, sarà il centro storico, con le sue piazze, le sue chiese e i suoi palazzi, ma non mancheranno gli appuntamenti in periferia, in collina, in montagna: un museo diffuso e interattivo in cui l’espressione artistica, declinata in forme e linguaggi diversi ma complementari, dialogherà con il patrimonio storico-architettonico.

MOSTRE ED ESPOSIZIONI.
Nel 2017 l’arte esce dai suoi luoghi tradizionali e si apre alla città. Si parte domenica 1 gennaio con l’attivazione del raggio laser che collegherà Palazzo Fabroni con la Fattoria di Celle. A dieci anni dalla scomparsa di Chiara D’Afflitto, compianta funzionaria pubblica e storica dell’arte, si concretizza in questo modo un suo progetto, pensato insieme a Giuliano Gori, i quali si erano ispirati ad un’opera di Dani Karavan che nel 1978, a Firenze, aveva immaginato di unire con un laser il Forte Belvedere con la Cupola del Brunelleschi. A Pistoia, il laser collegherà i due principali luoghi cittadini delle arti visive moderne e contemporanee, che furono entrambi di proprietà dell’illustre famiglia dei Fabroni: il museo di Palazzo Fabroni e Villa di Celle, con la sua collezione di arte ambientale. In piazza San Francesco a partire dal 27 gennaio – Giornata della Memoria – sarà posizionato un vagone da trasporto ferroviario degli anni Quaranta, all’interno del quale sarà allestita per circa un mese una mostra sul viaggio di deportazione verso i campi di sterminio nazisti.
La prima proposta di Palazzo Fabroni – Centro di arti visive e contemporanee per il 2017 – dal 10 dicembre all’8 gennaio – è NATALINIinvideo – NATALINIdipintore, un allestimento dedicato all’architetto pistoiese Adolfo Natalini, concepita dal curatore Roberto Pasqualetti in due sezioni: una rassegna inedita di filmati e interviste e una esposizione dei suoi acquarelli. Il battistero di San Giovanni in Corte ospiterà, invece, dal 6 dicembre all’8 gennaio In principio… tre artisti contemporanei al battistero di Pistoia: Carlo Pizzichini, Filippo Rossi, Luigi Russo Papotto, una mostra di scultura curata da Anita Valentini.
Doppio appuntamento a gennaio nelle Sale Affrescate del Palazzo comunale. Si inizia l’anno con la mostra dal titolo Qualcosa in sospeso, pitture aeropostali dell’artista italo-cilena Alejandra Rojas Contreras, legate alla sua volontà di aprire la pittura ad altri linguaggi. Si prosegue, poi, a partire dal 14 gennaio fino alla fine del mese con la mostra dal titolo 1938-1945 La persecuzione degli ebrei in Italia: documenti per una storia organizzata in collaborazione con la Fondazione Centro di documentazione ebraica contemporanea di Milano.

Numerosi i presepi artistici che per le festività natalizie saranno messi in mostra nelle principali chiese e in altri spazi espositivi della città. Tra questi PresepiAmo – circa duecento raffigurazioni della natività – che dal 4 dicembre a domenica 8 gennaio sarà presente nella chiesa della Madonna del Carmine.
Da venerdì 27 gennaio, per tutto il fine settimana, lo spazio espositivo della “Cattedrale”, un capannone industriale dell’ex Breda, ospiterà l’Autoexpo 2017 – esposizione motoristica – un’occasione speciale per ammirare un plateau di oltre cento tra auto da competizione e non, moto e biciclette, del presente e del passato, pezzi anche rari, ricchi di storia industriale oltre che sportiva.

SPETTACOLI E INCONTRI.
Tra le ricorrenze più amate e apprezzate della città di Pistoia c’è la discesa della Befana dal campanile della Cattedrale, in programma per venerdì 6 gennaio, alle 16. L’anziana signora distribuirà ai bambini dolci e caramelle. Come di consueto, sarà aiutata nella discesa dagli uomini del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco e dell’associazione nazionale Vigili del Fuoco di Pistoia.
Il 5 gennaio alle 21 nella pieve di Sant’Andrea è in programma una serata di Cultura, Arte e Fede all’inizio di un anno speciale, a cura della Diocesi di Pistoia.
Per il ciclo Le città filosofiche. Questioni di filosofia e teologia contemporanea, la biblioteca San Giorgio ospiterà diversi incontri importanti. Nel mese di gennaio sono previsti La società aperta di Karl Popper (13 gennaio); La città dell’Apocalisse (20 gennaio); La città secolare (27 gennaio). Anche questa rassegna è a cura della Diocesi di Pistoia.
La riva destra dell’Arno, Pistoia e gli Etruschi è il tema della conferenza organizzata dai Musei dell’Antico Palazzo dei Vescovi e dalla Soprintendenza Archeologia belle Arti e Paesaggio che l’etruscologo Giovannangelo Camporeale terrà all’Antico Palazzo dei Vescovi il 27 gennaio alle 17.00.
Il 26 e 27 gennaio si svolgerà il congresso Biom (Società italiana di storia, filosofia e studi sociali della biologia e della medicina) organizzato da Uniser sul tema Le humanities in ambito biomedico. Attualità e futuro, che indagherà su quali siano le linee di ricerca e di intervento umanistiche nell’ambito della biomedicina.

MUSICA E TEATRO.

L’anno si aprirà all’insegna della musica con il Concerto di Capodanno per Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017, il primo gennaio alle 16 nella Sala Maggiore del Palazzo comunale, con “Il Rossignolo su strumenti originali”.
Sabato 14 gennaio sarà poi la volta del secondo concerto della stagione sinfonica 2016/2017 della Fondazione Pistoiese Promusica, promossa e sostenuta da Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia. Sul palco del teatro Manzoni alle 21 si esibirà l’Orchestra Leonore, con il violinista serbo Nemanja Radulović. Sabato 28 gennaio alle 21 nella cattedrale di San Zeno si terrà un concerto del coro della Diocesi di Roma diretto da monsignor Marco Frisina dopo il quale si terrà un incontro su San Massimiliano Kolbe. Chiamati a dare la vita. L’iniziativa si concluderà con una sacra rappresentazione del gruppo teatrale di Sant’Angelo. La serata è a cura della Diocesi di Pistoia.

BIBLIOTECHE.

Tra le colonne portanti del programma di Pistoia Capitale Italiana della Cultura, il sistema bibliotecario propone già dal mese di gennaio centinaia di eventi, confermandosi luogo non soltanto di studio e ricerca, ma anche di confronto, di insegnamento, di memoria. 310 appuntamenti solo tra gennaio e febbraio, 1000 fino a aprile. Tra i primi del 2017 alla biblioteca San Giorgio figurano una mostra di radio d’epoca dal 1928 al 1957, un incontro con Laura Morante sul teatro, la celebrazione della Giornata della Memoria con la presentazione di un libro di Marco Belpoliti su Primo Levi, oltre a proiezioni di film, laboratori creativi.
La biblioteca Forteguerriana esporrà, invece, i pezzi più pregevoli del proprio patrimonio organizzando visite guidate e conferenze sul tema.

VISITE GUIDATE.

Residenti e turisti potranno partecipare in modo dinamico alla produzione culturale della città prendendo parte alle visite guidate e animando gli spazi pubblici cittadini. Sarà possibile visitare il Museo Sanità pistoiese, il Museo Marino Marini, il Museo Civico, il Museo del Ricamo, Pistoia Sotterranea, Palazzo Fabroni.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.