re.a.dy.

Il 31 ottobre 2021 è stata una giornata storica per la città di Prato. In via Santa Trinita, in pieno centro storico, ha infatti aperto il primo centro Lgbtqia+ della provincia.

Probabilmente non è un caso che questo sia avvenuto nel cinquantesimo anniversario della nascita del movimento in Italia. Quello che invece può apparire più strano è che sia accaduto solo adesso a Prato, nel 2021, mentre in tutte le altre grandi città italiane centri come quello pratese esistono da anni.

Chi sono gli attivisti pratesi del movimento Lgbtqia+, quali sono le loro storie, quali sono i loro punti di vista, quali le loro richieste? Per rispondere a queste domande e per conoscere il movimento e il mondo arcobaleno pratese nasce “Dialoghi sui generi”, una raccolta di interviste e chiacchierate con chi nella rivendicazione dei diritti ci mette la faccia.

Articolo PrecedenteA Migliana una strada con quaranta presepi
Prossimo ArticoloCom’è essere gay a Prato e a Firenze